Omar Minniti (Prc): La Provincia mette in sicurezza la fiumara Calopinace

Questo post é stato letto 20090 volte!

Con un un celere intervento dell’Assessorato all’Ambiente e del Settore n. 15, la Provincia di Reggio Calabria – su sollecito del consigliere provinciale Omar Minniti – stamattina ha provveduto a mettere in sicurezza la fiumara Calopinace, nel tratto ricadente nelle frazioni di Cannavò e Riparo del Comune di Reggio. All’Ente era pervenuta, sotto forma di petizione popolare, anche un’esplicita richiesta in tal senso da parte di numerosi abitanti della zona.

I fenomeni temporaleschi dei giorni scorsi che si sono abbattuti sul Reggino avevano, infatti, comportato il cedimento delle briglie della fiumara e minacciato l’incolumità dei cittadini che vivono nelle adiacenze della stessa. Grazie all’opera della Provincia, si è provveduto al ripristino temporaneo delle opere in muratura ed alla canalizzazione delle acque nei pressi degli svincoli delle cosiddette “bretelle” e della Chiesa di San Nicola.

Un nuovo intervento strutturale è previsto nei prossimi mesi, con l’arrivo della bella stagione, attraverso la ricostruzione complessiva delle briglie e la realizzazione di altre opere di sbarramento e freno delle acque. Intervento, questo, che sarà finanziato tramite i Fondi per la sicurezza idrica e fluviale trasferiti dalla Regione Calabria alla Provincia.

Un ringraziamento va all’Assessore Giuseppe Neri, al Dirigente del Settore 15 Dott. Michelino Rendina ed ai tecnici dell’Ente per la sensibilità e la tempestività dimostrate.

Il Consigliere provinciale,

capogruppo Prc

Omar Minniti

Questo post é stato letto 20090 volte!

Author: Francesco Iriti

Storico Direttore di www.ntacalabria.it, ed ideatore insieme a Nino Pansera della testata ntacalabria.it, é giornalista pubblicista dal 2008. Laureato in Scienze della comunicazione, ha di recente pubblicato il libro " E' un mondo difficile". Ecco il link per acquistarlo http://amzn.to/2lohl4U. Lavora come Digital Marketing Manager in Irlanda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *