Circolazione ferroviaria in Calabria in tilt, ritardi fino a 13 ore

Circolazione ferroviaria in Calabria in tilt

Questo post é stato letto 16860 volte!

Circolazione ferroviaria in Calabria in tilt, ritardi fino a 13 ore. Nesci (U.Di.Con.): “Non possiamo accettare che ci siano queste condizioni nel 2019 per ciò che riguarda il traffico ferroviario”.

Circolazione ferroviaria in Calabria in tilt, i dettagli

Il maltempo che sta imperversando in Calabria nelle ultime ore, ha causato non pochi disagi alla circolazione ferroviaria. A complicare la situazione anche un incendio divampato ieri sera nei pressi dei binari nella zona di Paola, in provincia di Cosenza. La circolazione è stata quindi sospesa alle 19.30 di ieri, tra Policastro e Sapri, sulla linea Battipaglia-Paola.
Secondo quanto riportato sul sito ViaggiaTreno di Trenitalia, alcuni convogli, diretti a Roma Termini e Milano Centrale, hanno accumulato ritardi fino a 13 ore.

U.Di.Con.  “Situazione impensabile nel 2019”

“Abbiamo coscienza del fatto che quello che si è creato, è stato causato dal maltempo, ma non possiamo accettare che ci siano queste condizioni nel 2019 per ciò che riguarda il traffico ferroviario – scrive in una nota il Presidente Nazionale U.Di.Con. Denis Nesci. Ore di ritardi, per altro con una grande certezza, la maggior parte dei disagi hanno una precisa localizzazione, la Calabria. Ma ciò che ci ha colpito non sono solo i ritardi ma il modo in cui Trenitalia si è dimostrata inappropriata a gestire una situazione come quella che si è verificata ieri; abbandonando di fatto gli utenti a loro stessi”.

“Adesso il tutto si risolverà con il meraviglioso rimborso del 50% per ritardi oltre i 120 minuti? – continua Nesci. Ci aspettiamo un comportamento ben diverso da Trenitalia, anche perchè i nostri monitoraggi sono sempre in corso e non portano ancora nessuna buona notizia; soprattutto per le Regioni del Sud Italia – conclude – ci riserveremo di usare ogni strumento in nostro possesso per tutelare i consumatori; nel caso ci pervenissero ulteriori segnalazioni da parte di quegli utenti che hanno preso un treno in un Paese sviluppato e si sono ritrovati in un Paese con grandi problemi di infrastrutture”.

Questo post é stato letto 16860 volte!

Author: Maristella Costarella

autore e collaboratore di ntacalabria.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *