La VentriquattrOre d’arte a Isola Capo Rizzuto

Questo post é stato letto 41520 volte!

VentiquattrOre d’arte a tutto tondo, VentiquattrOre di performance artistiche per ben sei sezioni attive: musica, dj, pittura, fotografia, letteratura, teatro. Ben 20 artisti con una ventiquattrore carica di sogni e creatività.

Il 5 luglio il “Camping S. Paolo” di Isola Capo Rizzuto aprirà le porte alla circuitazione delle idee. La notte giovane di Joe, Jodee e Trippidea, le visioni pittoriche di Giusi Vazzana, Annachiara Musella e Rosamaria Crupi, quelle istantanee di Elena Vaccaro, Daniele De Luca, Salvatore Lorenzano e M. Elena Iembo, i giochi di parole di Isidoro Malvarosa e Giuseppe Ammerata, quelli armonici di Fabio Macagnino, The Furies, Scarda, Dissidio, The Sicks Dog e Sempre che non piova, e il fascino della quarta parete in cui ci proietterà Andrea Giuda, rappresentano a pieno il fascino di una Calabria enigmatica, affascinante e soprattutto varia.

La maratona avrà inizio appena dopo lo scoccare delle 24.00.

I primi ad esibirsi saranno i dj. La giornata proseguirà con l’esposizione delle opere di fotografia, un’estemporanea degli artisti della sezione pittura, e ancora le performance degli attori, per poi concludersi con i concerti della sezione musica, il tutto sotto il coordinamento attento di Filippo Sorgonà e Domenica Rita Buda.

I vincitori accederanno alla Biennale MArteLive, che, con le sue 16 sezioni artistiche, è l’evento multidisciplinare più atteso d’Italia, capace di coinvolgere tutta la città di Roma e alcuni paesi del Lazio per sei giorni e sei notti in 43 location differenti e vedrà la partecipazione di oltre 900 artisti tra “guest” ed emergenti delle varie discipline in contemporanea con una formula unica e innovativa che da quattordici anni lo contraddistingue nel panorama artistico nazionale.

Questo post é stato letto 41520 volte!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *