Premio “Alda Merini”, al via la terza edizione

Premio “Alda Merini”, al via la terza edizione

NUTI-MERINI

NUTI-MERINI

Al via la terza edizione del Premio “Alda Merini” di poesia: iniziativa letteraria, molto seguita, che in sole due edizioni è diventata la prima del genere in Italia per numero di adesioni e che, proprio per la sua altissima qualità, ha ricevuto l’adesione del Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano.

Promossa dall’Accademia dei Bronzi e dalle Edizioni Ursini, all’edizione di quest’anno hanno già aderito il M° Giovanni Nuti, grandissimo interprete dei testi della Merini; la figlia di Alda, Emanuela Carniti, e il noto orafo crotonese Michele Affidato che realizzerà i premi in argento previsti per i vincitori.

Al premio si partecipa gratuitamente, inviando da una a tre poesie inedite, a tema libero, ciascuna delle quali non deve superare i 30 versi. Le poesie, firmate su ogni foglio e corredate dell’indirizzo dell’autore, dovranno essere spedite all’Accademia dei Bronzi, Via Sicilia, 26 – 88100 Catanzaro, entro il 10 dicembre 2013. Per eventuali chiarimenti o per richiedere il regolamento di partecipazione è possibile scrivere a premioaldamerini@libero.it o inviare un fax al n. 0961.782980.

Le migliori opere partecipanti saranno pubblicate in un’apposita antologia, dal titolo “Ho conosciuto Gerico”, che l’Accademia dei Bronzi presenterà nel corso della cerimonia di premiazione programmata per il mese di aprile 2014.

La scorsa edizione del Premio era stata vinta da Rosanna Marani, di Milano, già nota giornalista sportiva televisiva e ora poetessa a tempo pieno. Al posto d’onore erano stati classificati, ex-aequo, Michele Belsanti di Roma, Maria Pompea Carrabba di Termoli, Vanes Ferlini di Imola, Maria Teresa Infante di San Severo e Giovanni Pistoia di Corigliano Scalo.

Il premio riservato alla migliore autrice delle edizioni Ursini era stato assegnato alla poetessa Maria Pia Furina di Soverato, odontoiatra con la passione della scrittura, mentre al giornalista Vincenzo De Virgilio e al pittore Pasquale Macrì era stata assegnata la medaglia del Capo dello Stato. Il dottor Franco Calabrò, chirurgo volontario nelle missioni di Pace italiane all’estero, era stato infine premiato per la sezione riservata ad atti concreti di solidarietà.

Attestati di merito e targhe di rappresentanza, realizzate con il logo ideato dall’ing. Grazia Calabrò di Cosenza, artista di lungo corso, erano state altresì assegnate dall’Accademia dei Bronzi a decine di poeti provenienti da tutta Italia e dall’estero.

“Il premio Alda Merini, – sottolinea il presidente dell’Accademia dei Bronzi, Vincenzo Ursini – in sole due edizioni è diventato uno dei più noti appuntamenti italiani riservati alla poesia inedita. Ecco perché, nonostante le note difficoltà economiche della passata edizione, abbiamo deciso di continuare questa entusiasmante iniziativa. Nel ringraziare il presidente della Camera di Commercio, Paolo Abramo, partner dell’evento, per la sua squisita sensibilità nei nostri confronti, per questa terza edizione auspichiamo un impegno diretto delle istituzioni, convinti come siamo che il nostro quotidiano impegno a sostegno della nuova cultura contemporanea sia un mezzo davvero efficace per offrire al territorio significativi spunti di riflessione e di crescita”.

Maria Cristina Condello

Maria Cristina Condello ha conseguito la laurea Magistrale in "Informazione, Editoria e Giornalismo" presso L'Università degli Studi Roma Tre. Nel 2015 ha conseguito il Master di Secondo Livello in "Sviluppo Applicazioni Web, Mobile e Social Media". Dal 2016 è Direttore Responsabile della testata giornalistica ntacalabria.it

Multimag Comments

We love comments
No Comments Yet! You can be first to comment this post!