Uccisa e sciolta nell’acido

Uccisa e sciolta nell’acido

leo garofalo

Lea Garofalo, la collaboratrice di giustizia sparita a Milano nel 2009, é stata uccisa e sciolta nell’acido in un terreno a San Fruttuoso, vicino a Monza.

Una vera e propria “esecuzione” secondo il giudice per le indagini preliminari che si occupa del caso. Nella notte, su richiesta della Dda di Milano, i carabinieri hanno eseguito sei ordinanze di custodia cautelare per persone ritenute coinvolte nella scomparsa e nell’omicidio della donna che si era ribellata alla ‘ndrangheta facendo dichiarazioni sulle cosche di Crotone.

Insieme agli arresti, eseguiti tra Lombardia, Calabria e Molise, sono scattate le perquisizioni. Tra i destinatari delle richieste di arresto anche l’ex convivente della donna e padre della figlia, Carlo Cosco, di 40 anni. La donna, alla quale non era stato concesso il programma di protezione dopo le sue testimonianze, secondo gli inquirenti fu prima uccisa con un colpo di pistola e poi sciolta nell’acido.

Francesco Iriti

Storico Direttore di www.ntacalabria.it, é giornalista pubblicista dal 2008. Laureato in Scienze della comunicazione, ha di recente pubblicato il libro " E' un mondo difficile". Ecco il link per acquistarlo http://amzn.to/2lohl4U. Lavora come Digital Content Marketing in Irlanda.

Multimag Comments

We love comments
No Comments Yet! You can be first to comment this post!