Dissesto idrogeologico, finanziati tre Comuni del Basso Ionio

eadv

di Giuseppe Toscano

Dal Piano generale degli interventi per la difesa del suolo sono arrivati finanziamenti per tre Comuni dell’Area Grecanica. A beneficiare dei fondi che, giunti via Europa, sono stati assegnati dalla Regione, saranno San Lorenzo, Bagaladi e Palizzi, rispettivamente destinatari di quattrocentomila, trecentomila e seicentomila euro. I soldi ottenuti serviranno a tamponare qualcuna delle innumerevoli situazioni critiche esistenti sui territori. L’ammissione ai finanziamenti è stata comunicata ai diretti interessati, direttamente dal Governatore Agazio Loiero, durante un incontro tenuto nei giorni immediatamente antecedenti al Natale, a Lamezia Terme. Tra i tanti amministratori locali presenti c’era anche Lillo Sapone, sindaco di San Lorenzo. <<Il problema della messa in sicurezza del territorio – sostiene Sapone – è annoverabile tra i più urgenti e complessi da affrontare. Come Amministrazione comunale ci siamo premurati di fare una mappatura delle zone ad alto rischio che, successivamente, abbiamo segnalato alla Regione. Il lavoro compiuto ha subito portato i suoi frutti. A Lamezia abbiamo appreso di essere stati inseriti nel ristretto numero di enti locali ammessi ai finanziamenti della prima tranche del piano generale per la difesa del suolo predisposto dalla Regione stessa>>.

I trecentomila euro ottenuti dal Comune Laurentino saranno destinati ad interventi di consolidamento nella zona di Sant’Antonio e in località “Macello”, lungo la provinciale San Pantaleo-San Lorenzo. <<In tempi strettissimi – prosegue Sapone – potranno iniziare i lavori che consentiranno di contrastare il livello di dissesto idrogeologico nelle zone oggetto degli interventi. A seguire contiamo di poter accedere agli ulteriori finanziamenti che l’ente regionale ha in programma di distribuire durante il prossimo anno. È stato lo stesso Governatore a comunicarci che il Piano si svilupperà in più fasi. In questa prima, erano previsti interventi per oltre 160 milioni di euro a fronte degli oltre 800 che, secondo quanto detto a Lemezia, sono stati destinato alla difesa del suolo in Calabria, in seguito agli eventi alluvionali dell’inverno scorso. Sono interventi che puntano a diminuire, in modo significativo, il livello di rischio nella regione”.

Multimag Comments

We love comments

1 Comment

  1. nana nana
    Dicembre 30, 19:29 #1 nana nana

    ok finalmente sono arrivati i soldi , adesso dobbiamo fare una bella gara per i lavori . i requisiti per poter partecipare alla gara sono : 1) Essere una ditta che ha la sede nel nord della Germania .2) essere una ditta che ha gli operai del nord della germania . 3) il collaudatore dei lavori deve essere della Germania centrale o Nord Germania . Questi sono i punti fermi per nn avere tra qualche mese-anno la stessa fine toccata ai Messinesi che per anni hanno aspettato che si inervenisse su una frana gia dichiarata pericolosa . NN ci Credo più !!!!!!!