Bocale-Guardavalle 0-1. Il Guardavalle vola

di Giovanni Polimeno

BOCALE: Martino, Mathiot, De Stefano (dal 7’ st Artuso S.), Gattuso, Fortugno, Crocè, Puntureri (dal 33’ st Marra), Pangallo, Artuso M. (dal 36’ st Cangeri), Saviano, Catalano. A disposizione: Zito, Leonardis, Pileio, Mammì. Allenatore: Arcidiaco.

GUARDAVALLE: Parrotta, Seminara, Menniti A., Tassone, Mammolenti, Canino, Catuogno, Diaco, Rava (dal 22’ st Fossella), Salerno (dal 40’ st Menniti V.), Staglianò. A disposizione: Levato, Riggio, Garzanti, Fodero, Castanò. Allenatore: Riitano.

ARBITRO: Longo di Paola (Assistenti Gallipoli e Vommero di Paola)

MARCATORI: 18 st’ Staglianò.

NOTE: Espulso al 41’ pt Mammolenti (GU) per somma di ammonizioni. Ammoniti: Menniti A. (GU), Artuso S. (BO), Seminara (GU). Spettatori: 300 circa. Angoli: 6 – 4. Recupero: 3’ pt; 5’+1’ st.

Non conosce più ostacoli la marcia della capolista Guardavalle che sbanca con merito il terreno del “Campoli”. I tre punti, quanto mai preziosi nella corsa verso l’eccellenza, arrivano al termine di un gran bel match contro l’ottimo Bocale di Ciccio Arcidiaco. A decidere l’incontro la rete di Staglianò al minuto diciotto della ripresa.

Un gran bel match si diceva, ricco di contenuti, anche perché Bocale e Guardavalle non hanno certo tradito le aspettative della vigilia, dimostrandosi compagini attrezzate e di certo in possesso di tutti quei requisiti necessari per stazionare nelle posizioni che contano. Pronti via e ad aprire lo spettacolo ci pensano i 50 ultras biancorossi che affollano lo spicchio di gradinata loro riservato con tanto di coreografia e cori incessanti proseguiti ben oltre il novantesimo. Poi lo spettacolo lo regala anche il campo, con due squadre che giocano a viso aperto tentando a più riprese di piazzare il sorpasso. Ci prova il Guardavalle nei primissimi minuti, risponde, a stretto giro, il Bocale e la gara s’infiamma subito. Mathiot dalla distanza impensierisce Parrotta, Staglianò replica dall’altra parte senza troppa fortuna. Poi l’occasione migliore al minuto 28. Artuso viene steso in area e Longo decide per il calcio di rigore che Saviano però spara alto. Mammolenti intanto si becca il doppio giallo e finisce anzitempo la sua partita lasciando i suoi in dieci. Un’inferiorità numerica che non scompone comunque il Guardavalle, bravo, nella ripresa, ad amministrare con ordine per colpire poi al momento giusto. Storia del minuto 18 della ripresa. Canino sfonda a destra e serve un prezioso assist per l’inserimento dell’ottimo Staglianò che fa centro gelando il “Campoli”. Il vantaggio ospite stordisce il Bocale, la cui reazione pecca di concretezza. L’occasione per riequilibrare le sorti della gara capita ad Artuso S. ma sulla sua conclusione a botta sicura è Parrotta ad esaltarsi respingendo la sfera. Poi il Bocale non riesce  a trovare lo spiraglio giusto complice anche l’attenta difesa ospite. Finisce con la festa del Guardavalle che incassa i tre punti e vola sempre più in alto.

Category Calabria

Francesco Iriti

Storico Direttore di www.ntacalabria.it, ed ideatore insieme a Nino Pansera della testata ntacalabria.it, é giornalista pubblicista dal 2008. Laureato in Scienze della comunicazione, ha di recente pubblicato il libro " E' un mondo difficile". Ecco il link per acquistarlo http://amzn.to/2lohl4U. Lavora come Digital Marketing Manager in Irlanda.

Multimag Comments

We love comments
No Comments Yet! You can be first to comment this post!