Reggio Calabria: La Polizia di Stato celebra il suo Patrono

Reggio Calabria: La Polizia di Stato celebra il suo Patrono

Celebrata la festa di San Michele Arcangelo, comandante delle milizie celesti e protettore della Polizia di Stato.

Appuntamento atteso e ricorrenza importante, anche per le donne e gli uomini della Polizia di Stato di Reggio  Calabria che hanno ricordato il Santo, proclamato patrono da Papa Pio XII, nel 1949, e gli si affidano nel quotidiano compito, assolto con professionalità ed impegno, a tutela del rispetto della legge, dell’ordine pubblico e della sicurezza dei cittadini.

L’ evento, ha avuto la sua solennità con la celebrazione di una Santa Messa presso la Basilica Cattedrale officiata dal Vicario Generale della Diocesi di Reggio Calabria-Bova Don Pasqualino Catanese.

Alla funzione religiosa hanno partecipato le autorità civili militari e gli esponenti di diverse associazioni. Presente anche il Sindaco f.f. della Città Matropolitana Carmelo Versace il quale a margine della celebrazione eucaristica, così si è espresso:

Un ringraziamento a tutti gli uomini e le donne della Polizia di Stato, a quanti quotidianamente rischiano la vita e lavorano per la nostra sicurezza, operando in un territorio difficile come il nostro, una frontiera della lotta alla criminalità organizzata, conseguendo importanti risultati sul piano della ripristino della legalità e del rispetto delle regole di convivenza civili.

Un pensiero particolare

In questa giornata cosi significativa – ha proseguito Versace – il nostro pensiero è rivolto in particolare alle famiglie degli uomini e delle donne della Polizia di Stato, ai bambini, alle mogli, ai mariti, alle madri e ai padri, che stanno vicino agli agenti di Polizia, conoscendo perfettamente i rischi ai quali vanno incontro operando nel contesto della sicurezza.

A tutti loro vogliamo dire grazie, per la preziosa opera di servizio che prestano quotidianamente per la nostra comunità. Sappiamo perfettamente che quello della Polizia non è solo un mestiere, ma una vera e propria vocazione.

Ed in questo senso la comunità, – ha concluso Versace – deve essere grata a chi ha deciso di dedicare la propria vita al servizio della sicurezza degli altri.

Enzo La Piana

Ha iniziato nei lontani anni ottanta a scrivere di sport, per un breve periodo, per il giornale il "Provinciale". Nel tempo il mondo della televisione lo ha catturato, facendolo appassionare alle riprese televisive, coltivate grazie all'emittente RTV. Prima di approdare su Ntacalabria, ha scritto per altri blog e giornali online seguendo il calcio e la Reggina.