Tutto pronto per “Corto Reggio Calabria Film Fest”

Questo post é stato letto 22810 volte!

Dopo la presentazione nella Sala del Consiglio provinciale di Palazzo Corrado Alvaro, ha ufficialmente preso il via la “Special Edition” del Corto Reggio Calabria Film Fest: una edizione “socialmente utile” ideata per sensibilizzare su temi come il Femminicidio, la Legalità e sul mondo LGBT.

A sostenere la causa saranno i cortometraggi in gara selezionati da una giuria composta da insegnanti, registi, scrittori e giornalisti, che animeranno anche il post proiezione.

“Il ricco programma che abbiamo previsto per questo importante evento – ha dichiarato il presidente di Eventi Michele Geria – si porta dietro attori e testimonial che saranno impegnati in diverse date e soprattutto durante l’evento finale del 24 aprile per concludere un percorso di consapevolezza che attraverso la settima arte, possa raggiungere il maggior numero di persone possibile. Anche per questo motivo abbiamo voluto invitare alla serata conclusiva alcuni attori che compongono il cast della fortunatissima serie TV Gomorra come Salvatore Esposito meglio conosciuto come Genny Savastano o ancora, Carmine Monaco e Antonio De Caro. Sarà presentato da due componenti il cast (Cristel Carrisi e Sandra Milo) ed inserito all’interno della kermesse anche il film dal titolo “Con tutto l’amore che ho” che tocca temi profondi e dibattuti come lo stalking”.

Il primo appuntamento si svolgerà il 6 aprile al Liceo Classico Tommaso Campanella e sarà aperto alla stampa.

Il progetto è sostenuto dalla Provincia di Reggio Calabria per la quale è intervenuto il Presidente del Consiglio Antonio Eroi che ha dichiarato come: “l’impegno della promozione della tutela dei diritti umani prosegue in questo progetto che si propone come la costola di quello iniziato nel 2012 “Cinema dentro le mura” che arrivò al successo fino ad giungere al Consiglio d’Europa. Anche quest’anno la presentazione dei cortometraggi su temi così impegnati, mi auguro che premierà quei filmaker che riusciranno ad esprimere al meglio ed a comunicare all’opinione pubblica la valenza di principi sanciti e garantiti dalle carte Internazionali e dalla nostra Costituzione”.

Questo post é stato letto 22810 volte!

Author: antonio.albanese

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *