Esposito (Presidente Assogal): “Ottima la scelta di finanziare lo Sviluppo Locale”

Esposito (Presidente Assogal): “Ottima la scelta di finanziare lo Sviluppo Locale”

“Al Presidente della Giunta Regionale, Mario Oliverio, al consigliere Mauro D’Acri ed al Dipartimento Agricoltura guidato da Carmelo Salvino va riconosciuto il merito di aver testardamente perseguito la definizione di un Piano di Sviluppo Rurale la cui dotazione finanziaria e le cui scelte strategiche daranno certamente impulso al consolidamento dell’agricoltura calabrese ed allo sviluppo del settore agroalimentare regionale”.
Lo ha detto Francesco Esposit, Presidente GAL Reventino e Presidente Assogal.
“Mi riferisco- ha continuato- alla volontà di irrobustire le già straordinarie realtà imprenditoriali agricole, di agevolare la crescita di piccole e medie aziende, di finanziare l’intrapresa agricola di 700 giovani e per questa via aiutare il ricambio generazionale, di intervenire concretamente a beneficio di quelle aree interne la cui vocazione ambientale, turistica ed agricola necessita di giusta valorizzazione.
Con la presentazione dei bandi relativi alle misure ad investimento saranno resi disponibili 186 milioni di euro e voglio esprimere tutta la mia soddisfazione per la scelta compiuta nel “Sostegno allo Sviluppo Locale Leader”; di fatto i Gal, i Gruppi di Azione Locale, già chiamati a riempire di contenuti e proposte la presenza calabrese ad Expo vedono finalmente – e con risorse adeguate – riconosciuto il loro ruolo e le loro capacità di lettura, programmazione ed intervento sui singoli territori.
Non è stata una scelta semplice, sappiamo quante resistenze vi siano state ma oggi riteniamo di poter dire – come GAL calabresi – che è stata compiuta una scelta giusta che riserverà – in prospettiva – soddisfazioni e risultati; in una regione come la Calabria con una estrema diversità di territori ed una impressionante frammentazione dell’imprenditorialità agricola i Gruppi di Azione Locale sono – a tutti gli effetti – lo strumento più adeguato per programmare dal basso quello sviluppo locale che è impossibile senza un’approfondita conoscenza delle esigenze territoriali ed un confronto costante con le piccole e medie imprese e con i comuni.
I GAL sono dunque pronti a recitare la propria parte, da oggi inizia per noi un intenso lavoro di ascolto, progettazione ed investimento e proprio perché siamo consapevoli di queste responsabilità come Assogal monitoreremo puntualmente questo percorso rendendo pubblici i risultati ed il contributo fornito dai GAL alla realizzazione concreta del Piano di Sviluppo Rurale”.

Multimag Comments

We love comments
No Comments Yet! You can be first to comment this post!