Corigliano, VI centenario San Francesco, al via celebrazioni

Corigliano, VI centenario San Francesco, al via celebrazioni

In occasione del VI Centenario dalla nascita di San Francesco di Paola e dell’Anno Santo della Misericordia, fervono i preparativi per celebrare la solenne e storica ricorrenza per la comunità di Corigliano. Sabato 2 Aprile è prevista la cerimonia di intitolazione della Via San Francesco di Paola e dei Minimi.

A darne la notizia, invitando la città ed il territorio a condividere questa ricorrenza di alto valore spirituale, è il vicesindaco con delega agli affari istituzionali Franco Paolo Oranges, promotore delle iniziative civiche per commemorare lo storico evento in collaborazione con il neonato Comitato di coordinamento per i festeggiamenti del VI Centenario della nascita di San Francesco.

La nuova denominazione dell’attuale Via San Francesco (che diventerà Via San Francesco di Paola e dei Minimi) rende esecutiva la delibera di giunta (approvata a gennaio scorso) con la quale l’Amministrazione Comunale promuove istituzionalmente l’avvenimento, sottolineando la sentita e sincera devozione verso il Paolano, quale segno di universale riconoscenza al Patrono e di gratitudine ai suoi figli.

“Ricordare questa figuradice Orangespuò essere anche l’occasione per la Regione Calabria di unirsi per un comune obiettivo e consolidare il legame con i devoti sparsi nel mondo risorsa inestimabile per la nostra terra”.

Il primo appuntamento è fissato per sabato 2 Aprile quando la Città intitolerà a San Francesco di Paola e dei Minimi l’arteria che collega Piazza del Popolo al Santuario.

L’importante momento, previsto alle ore 17.30, sarà preceduto, alle ore 17.15, dal raduno delle autorità e del popolo a Palazzo Garopoli.

Seguirà, alle ore 18.30, la celebrazione della Santa Messa e in occasione della breve processione alle ore 19.30, del simulacro al Romitorio, il Sindaco Giuseppe Geraci, unitamente ai sindaci del tempo in cui furono eseguiti i restauri, Giampiero Morrone e Franco Pistoia, riaccenderà la Lampada Votiva che arde sul Sacro Sasso, utilizzato come guanciale.

Maristella Costarella

autore e collaboratore di ntacalabria.it

Multimag Comments

We love comments
No Comments Yet! You can be first to comment this post!