Anas, Assemblea Azionisti approva Bilancio 2013

Anas, Assemblea Azionisti approva Bilancio 2013

L’Assemblea degli Azionisti ha approvato il bilancio dell’esercizio 2013 di Anas S.p.A., che si è chiuso con un utile di 3,4 milioni di euro, facendo registrare un lieve incremento rispetto all’esercizio precedente, e ha deliberato di distribuire integralmente, al netto dell`accantonamento a riserva legale, un dividendo all’Azionista, ovvero al Ministero dell’Economia e delle Finanze, per 3,2 milioni di euro.
Particolarmente soddisfatto i il Presidente Pietro Ciucci ha dichiarato: “Da sei anni consecutivi Anas ciude con il bilancio in attivo confermandosi anche nel 2013, nonostante le difficoltà economiche del Paese, come una delle principali stazioni appaltanti italiane. Un risultato di bilancio ottenuto anche grazie alle azioni di efficientamento della struttura, di sviluppo dei ricavi e di contenimento dei costi realizzati già da tempo dall’Azienda, in linea con i più recenti orientamenti normativi. Tra i dati di sintesi più significativi del 2013 vorrei segnalare: la riduzione del costo del personale; l’azzeramento delle spese per consulenze, per sponsorizzazioni e pubblicità nonché per rappresentanza e promozionali oltre al forte contenimento degli oneri per liti e risarcimenti”.
Nel 2013 gli investimenti in nuove costruzioni e manutenzione straordinaria  sono stati pari a circa 2,2 miliardi di euro.
Relativamente alle nuove opere, nel 2013 Anas ha realizzato su tutto il territorio nazionale circa 140 nuovi km di strade e autostrade; ha avviato lavori per oltre 1 miliardo di euro ed ultimato interventi per quasi 2,8 miliardi di euro. Alla data del 31 dicembre 2013, i lavori in esecuzione ammontavano a 10,3 miliardi di euro. Per la manutenzione straordinaria ad oggi sono attivi ed in fase di attivazione 530 interventi per un importo di 800 milioni di euro.
I principali cantieri in corso per nuove costruzioni – in totale 96 al 31 dicembre 2013 – riguardano i principali itinerari del Paese quali la nuova autostrada Salerno-Reggio Calabria; la SS 106 Jonica; il collegamento Nord-Sud (SS 117 “Centrale Sicula”) e la SS 640 Agrigento-Caltanissetta in Sicilia; la Direttrice Terni-Rieti ai confini tra l’Umbria ed il Lazio; la Sassari-Olbia in Sardegna; la Monza-Cinisello in Lombardia.
Per quanto riguarda, in particolare, la nuova Salerno-Reggio Calabria, ad oggi sono stati realizzati 330 km; entro il 2014 saranno ultimati tutti i lavori avviati ed è attualmente in corso la gara per la realizzazione del macrolotto 4, Parte II, stralcio 2 (tratto tra il viadotto Stupino ed Altilia), finanziato dalla Legge di Stabilità 2014.

Multimag Comments

We love comments
No Comments Yet! You can be first to comment this post!