Bianco (Rc). 50 anni per gli autobus Bonfà-Tali. Donata targa

Bianco (Rc). 50 anni per gli autobus Bonfà-Tali. Donata targa

È un viaggio lungo 50 anni quello percorso dagli autobus dell’azienda Bonfà-Talia, che qualche giorno fa ha festeggiato mezzo secolo di attività.

Il sindaco di Bianco Aldo Canturi ha consegnato una targa ai soci della società Bonfà-Talia. Un progetto lungimirante quello avviato dai soci nel lontano 1970, che dal trasporto locale è cresciuta fino a offrire un servizio costante su scala nazionale.

Le parole dei soci autobus Bonfà-Tali

Oggi compiamo 50 anni – ha dichiarato Damiano Bonfà – Di evoluzioni nel settore del “trasporto persone” ne abbiamo vissute tante. Adesso, soprattutto, ci confrontiamo con una realtà in rapido mutamento dove le regole del gioco cambiano ogni giorno.

Alle piccole e medie imprese si stanno sostituendo sempre più i grandi network anonimi che dettano le regole del mercato e abbattono i costi di trasporto. Ma non siamo timorosi del futuro. Al contrario, cogliamo le nuove sfide con determinazione e volontà di migliorarci.

La concorrenza dei grandi marchi in Italia e in Europa ci sprona a offrire standard sempre più alti ai nostri clienti. Abbiamo già accolto il processo di digitalizzazione assieme a tutte le migliorie e le opportunità che esso porta con sé.

Successo fin dagli inizi

L’azienda di trasporto persone è stata fondata 50 anni fa da Damiano Bonfà e da Pietro Talia. Nel tempo è diventato un punto di riferimento per chi intende raggiungere mete nazionali ed internazionali. Dopo la tragica scomparsa di Pietro Talia, Damiano Bonfà assieme la moglie del socio defunto Caterina Federico e i figli continuano con entusiasmo e spirito di sacrificio il mestiere intrapreso assieme all’ex socio e amico.

Un mestiere cominciato quasi per caso, raccontano i componenti dell’azienda, una sorta di servizio caratterizzato anche da una componente sociale. Date le difficoltà di spostarsi affrontate da tante persone che, per motivi di lavoro, si trovavano spesso costretti ad abbandonare il proprio luogo di origine con tutta la famiglia. L’azienda che dal 2017 funge anche come agenzia viaggi, è ormai affermata soprattutto sulla tratta regionale. E’ attiva anche un collegamento con le città del nord Italia. Gli anni Novanta rappresentano il periodo più florido per la Viaggi Bonfà-Talia.

Un importante risultato al quale però, purtroppo, si affianca nel 1991 la perdita della socia Caterina Federico, e a subentrare nella società con la quota del 50% il figlio Francesco Talia.

Le novità

Col nuovo millennio si aprono nuove porte e l’attenzione della ditta autobus Bonfà-Talia che si sposta verso la scoperta di nuove rotte europee. Al passo con i tempi lo studio per l’esplorazione di nuovi mercati e mete da raggiungere ma anche e soprattutto le esigenze del cliente. Per questo negli anni l’offerta della Viaggi Bonfà-Talia è andata sempre più crescendo nei servizi:

  • navette per raggiungere l’entroterra dove il servizio di collegamento pubblico è carente
  • un nuovo piano d’investimenti per la modernizzazione della flotta con servizi quali wi-fi e prese di corrente personali anche usb
  • il lancio del sistema di prenotazione online affiancato da campagne di comunicazione sempre più presenti sul web
  • un servizio fedeltà per i clienti registrati che potranno usufruire di sconti
  • il servizio di messaggistica Whatsapp e la nuova app.

Il tutto restando un’azienda a conduzione essenzialmente familiare, con sede fisica in Bianco. Qui si è deciso di continuare a scommettere, consapevoli che anche nella propria terra è possibile portare avanti grandi progetti.

Carmine Verduci

Nato a Brancaleone nel 1984, ha frequentato l'istituto d'arte di Locri. Artista e scrittore, ama la musica, la natura, la fotografia, la storia delle leggende Calabresi e dell'archeologia. Si occupa di divulgazione e promozione culturale dell'area grecanica e locridea, attraverso l'organizzazione di eventi culturali nella propria città e sul territorio.