Valle Grecanica, mister La Face: “quella contro il Mazara è stata una sconfitta umiliante”

Valle Grecanica, mister La Face: “quella contro il Mazara è stata una sconfitta umiliante”

valle grecanica

di Francesco Iriti

La sconfitta contro il Mazara ha lasciato il segno in casa giallo rossa con la società che a fine gara ha dichiarato che “avrebbe preso dei provvedimenti che dovevano essere valutati da tutti prima di essere resi noti. Dobbiamo guardarci negli occhi per capire cosa fare”. Il co-presidente Maesano aveva ribadito, comunque, le intenzioni della società per la prossima stagione che “permetterà nuovamente di fare calcio a grandi livelli a Melito ma con giocatori che hanno voglia di giocare per amore della maglia che indossano e non con persone viziate che pensano solo allo stipendio”.

C’è poco da commentare sull’incontro e ieri pomeriggio, alla ripresa degli allenamenti, si è parlato molto dell’ultima partita. Bisogna, adesso, rimboccarsi le maniche ed onorare il campionato negli ultimi incontri che rimangono.  Lo stesso mister La Face, a fine gara, era stato sincero analizzando il match. Il tecnico aveva dichiarato che “é stata una sconfitta umiliante. Non era questa la partita che avevamo preparato. In settimana la squadra mi era sembrata molto in palla e questo lasciava presagire una prestazione diversa contro il Mazara, che però non è arrivata. Eravamo riusciti a passare in vantaggio subendo, però, subito il pareggio in un modo molto strano. – ha continuato La Face – Avevamo avuto la palla per segnare nuovamente, ma abbiamo sbagliato incredibilmente. Si vedeva che a centrocampo mancava qualcosa. Sul 2-1 abbiamo subito anche di subire più di una volta il terzo goal”.

La prima sostituzione dell’incontro è stata di marca giallo rossa con Braione che ha preso il posto di Mazzei. ”Ad inizio ripresa ho cercato di cambiare qualcosa sostituendo Mazzei per scelta tecnica. Il giocatore tornava da un infortunio, come lo stesso Cordiano, e avevo notato che era quello che soffriva di più. – ha aggiunto il tecnico – Ho quindi inserito Braione in difesa avanzando Vazzana a centrocampo e spostando Scarnato come interno. L’espulsione ingenua di Aguglia ha messo quindi la partita in salita. Poi il 3-1 ha posto la parola fine alla gara”.

Category Sport

Multimag Comments

We love comments
No Comments Yet! You can be first to comment this post!