Reggina sono 109, gli auguri di don Giovanni Zampaglione

Questo post é stato letto 2580 volte!

Il compleanno della Reggina, non è passato inosservato. Una storia che ha impreziosito il calcio italiano, già dagli anni sessanta, quando il presidentissimo Oreste Granillo, e il duo MestrelliDolfin, impareggiabili icone, portarono la squadra dell’epoca, per la prima volta nella storia, a conquistare la promozione in Serie B.

Tanti i ricordi indelebili, belli e meno belli ma, quello che non è mai mancato alla compagine amaranto ed alla società sono stati il sostegno e la fede incrollabile dei tifosi amaranto e della sempre presente Curva Sud.

A ricordare pagine intrise di sudore ed autentico agonismo sportivo, i tantissimi messaggi giunti dal modo del calcio e non solo.

A fare gli auguri agli amaranto, non poteva mancare un tifoso per eccellenza come Don Giovanni Zampaglione, che da sempre ha seguito la squadra ed il club, nella duplice veste di religioso ed autentico tifoso.

Ho calpestato tantissime volte l’erba del Centro Sportivo Sant’ Agata e del Granillo, ha detto ai microfoni di NtaCalabria, e posso dire che per me è stata un’emozione forte aver visto gli amaranto, giocare con grandi squadre come Juve, Inter, Milan, Roma, Lazio.

Già cappellano della società, durante gli anni in cui Mons. Vittorio Mondello era arcivescovo emerito di Reggio Calabria, per l’occasione, ha ricordato gli incontri di preparazione alla cresima con i diversi calciatori, tutti profondamente credenti.

La nomina a direttore dell’Ufficio sport turismo e tempo libero – mi ha permesso di interfacciarmi con tante realtà dello sport e tanti uffici diocesani – voluta da Mons. Morrone, ha detto don Giovanni, com’è giusto che sia, mi impegna in modo assiduo ma, ciò non mi ha impedito, quando ne ho avuto la possibilità di tornare allo stadio, e l’ho fatto con i giovani della parrocchia di Masella.

I tempi belli, ha continuato, sono tornati e presto, mi auguro, tutti avremo la possibilità di essere ancora una volta, protagonisti sul prestigioso palcoscenico della serie A.

La Reggina, ha ricordato, in questi 109 anni, ha scritto pagine di storia indelebili da tramandare ai posteri e che nessuno potrà mai cancellare…

Un libro fantastico, da leggere e rileggere, un corposo volume di cui fanno parte e con pieno merito, Pippo Inzaghi, il patron Saladini, il presidente Cardona e gli attuali protagonisti di un campionato sopra le righe.

Ai calciatori, ha sottolineato il parroco, dico: Vivete in maniera autentica i valori dello sport, dell’amicizia, della sana competizione e del rispetto, tutte regole che devono far parte di ciascuno di voi…

Vi auguro, di stare sempre uniti, perché è questa la forza di una squadra e di un gruppo.

Non è mancato da parte del parroco di Masella, il pensiero ai tifosi amaranto.

Continuate a sostenere, ha concluso, con la vostra presenza allo stadio e con la passione che vi ha sempre contraddistinto, la squadra e la società in tutte le sue componenti….

Siate sempre presenti, la squadra tutta, ha bisogno di voi, il dodicesimo uomo in campo…

Buon compleanno Reggina, uniti si vince e si raggiungono i traguardi!!!!

Questo post é stato letto 2580 volte!

Author: Enzo La Piana

Ha iniziato nei lontani anni ottanta a scrivere di sport, per un breve periodo, per il giornale il "Provinciale". Nel tempo il mondo della televisione lo ha catturato, facendolo appassionare alle riprese televisive, coltivate grazie all'emittente RTV. Prima di approdare su Ntacalabria, ha scritto per altri blog e giornali anche online seguendo il calcio e la Reggina.