Reggina: Noi il dodicesimo uomo in campo la Sud si colora di amaranto

Reggina: Noi il dodicesimo uomo in campo la Sud si colora di amaranto

Quando si parla della fattiva presenza del dodicesimo uomo in campo non è una frase fatta, ma è pura verità e dimostra quanto l’impatto del tifo, possa essere importante. I tifosi della Reggina, sono una componente indispensabile che spesso risulta determinante e decisiva pur non entrando concretamente nelle azioni da gioco. Il sostegno che arriva dalla curva e dalle tribune, i cori e i canti, hanno spinto e spingono la compagine amaranto a gettare il cuore oltre l’ostacolo e ad essere protagonista. Quelle che si sono succedute nel tempo ed ora con l’allentare delle restrizioni dovute al Covid19, sono presenze sicuramente incoraggianti, visto che poche squadre di serie B possono contare su un pubblico così.

Il tifo amaranto

Un mondo variegato, quello del tifo amaranto che, dirigenza e calciatori da sempre, sanno tenersi stretto, trasformandolo in un vero e proprio patrimonio. Una sintonia con la Sud, capace, con le continue prove di attaccamento ai colori sociali, di far esprimere la squadra a livelli importanti. Lo sta dimostrando la piazza sportiva e la città, che in massa sta rispondendo alla chiamata del club di via Delle Industrie e all’appello del presidente Luca Gallo, che tramite il suo profilo Twitter ha così invitato i tifosi allo stadio.

Non amo molto gli appelli per riempire lo stadio, ha scritto il massimo esponente della Reggina, in quanto è giusto che la gente segua il proprio istinto. Premesso ciò, credo che avere un Granillo pieno contro il Parma darebbe una spinta fondamentale a questi ragazzi: Avanti Reggio, sogniamo insieme!.

Un rapporto passionale

Un rapporto forte e passionale quello della città con la squadra, tanto che in queste ore la febbre del tifo ed  il numero di coloro che affolleranno l’impianto sportivo di via Galilei, è destinato ancora a crescere, fornendo un  probabile nuovo record per la categoria. È quanto si prospetta per Reggina – Parma, con il Granillo pronto ad accogliere la sua gente, mentre il tifo organizzato ha chiesto a chi assisterà al match, di farlo per tempo, portando sciarpe e bandiere amaranto per colorare uno stadio che vestirà l’abito delle grandi occasioni. Così come sempre fatto, anche al cospetto della corazzata dei Crociati, l’insuperabile Sud, costruirà anche questa volta con il suo impeto, un muro compatto a sostegno dell’undici di Alfredo Aglietti. Poi, però, toccherà agli amaranto stare sempre sul pezzo e ribattere colpo su colpo ad una delle compagini più forti del campionato cadetto.

Enzo La Piana

Ha iniziato nei lontani anni ottanta a scrivere di sport, per un breve periodo, per il giornale il "Provinciale". Nel tempo il mondo della televisione lo ha catturato, facendolo appassionare alle riprese televisive, coltivate grazie all'emittente RTV. Prima di approdare su Ntacalabria, ha scritto per altri blog e giornali online seguendo il calcio e la Reggina.