Pallavolo serie B2 maschile, Indifesa Cinquefrondi vince 3-0 contro Ragusa

Pallavolo serie B2 maschile, Indifesa Cinquefrondi vince 3-0 contro Ragusa

Cinquefrondi PallavoloIndifesa Cinquefrondi supera nettamente i concorrenti alla promozione della Csain Ragusa nello scontro decisivo per le posizioni di vertice. Era una partita molto attesa da ambedue le formazioni chiamate a riprendere la corsa dopo la lunga pausa festiva. Tensione alta e nervi tesi, preparazione della partita nei minimi particolari con situazioni di gioco degli avversari studiate e ristudiate fino all’ inverosimile.

 Ma quando tutto è pronto e programmato ecco affacciarsi la sfortuna per Cinquefrondi. La storia si ripete e sembra sempre che ciò avvenga contro Ragusa. Già l’anno scorso alla vigilia dell’incontro contro i siciliani si era verificata una situazione di difficoltà per Polimeni. Claudio Cimino, opposto titolare della formazione, la sera prima dell’incontro riportava un infortunio che lo metteva fuori dallo starting six. La partita con formazione d’emergenza finì 3-0 per Cinquefrondi.

 La storia si ripete. Allarme rosso per Polimeni che deve fare a meno di Dario Carelli infortunatosi  nell’ultima sessione di allenamento di ieri sera, il coach non può contare nemmeno su Silvio Crigna, centrale, presente a referto ma che abbandona il rettangolo subito dopo il riscaldamento per postumi di problemi fisici che si protraggono da una settimana. Nel prepartita girano voci che danno in campo dal primo minuto Concolino ma Polimeni tira fuori dal cilindro una nuova soluzione.

 Cinquefrondi entra in campo quindi con Neri regista, Sall spostato al centro insieme a Stefano Remo al suo esordio casalingo in questa stagione, le bande sono affidate a Marco Mercurio e Sterminio, a sorpresa opposto è Dionisio Di Pasquale. Polimeni ripete la soluzione già adottata in altra occasione del doppio libero. In campo con lo starting six Montesanti che per tutto l’incontro ha condiviso il ruolo con il collega  Azzarà a seconda che le situazioni di gioco presentassero la necessità di ricevere o difendere.

Dall’altra parte Ragusa e coach Benassi mandano in campo Bocchieri in regia, Gancitano opposto, Pappalardo e Gurrieri centrali, Pirrinceli e Lentini alle bande, libero Di Stefano. Direttori di gara Stefano d’Ignoti  e Federica Gallazzi di Catania.

 Dopo il primo fischio dell’arbitro le squadre si studiano e la situazione di equilibrio segna avanti di un punto Cinquefrondi al primo tecnico, poi Neri affina gli artigli e con una spettacolare attività di smistamento riesce a motivare tutti i compagni che vanno a segno in ogni reparto. Comincia ad affacciarsi Di Pasquale che fa male da posto uno sia in attacco che al servizio, va bene anche Mercurio, buona la risposta a muro sugli attacchi Ragusani. Secondo tecnico sul 16-13, doppio time out Ragusa (18-14 e 21-17). Dopo 27 minuti Cinquefrondi chiude il primo parziale 25-18 e i tifosi cominciano ad avere più chiare le idee sull’esito finale dell’incontro.

 Ci si aspetta una reazione dei siciliani che tornano in campo con la medesima formazione. Identico sei anche per Cinquefrondi. Palleggiatore in posto uno per Indifesa e vantaggio di misura. Qualcosa però si rompe. Ragusa passa in vantaggio per la prima volta nella partita e va avanti di quattro (2-6). Polimeni sostituisce Mercurio con Chillemi dopo un vistoso calo di rendimento. Il vantaggio della Csain non muta, primo tecnico sul 4-8 e poi  fino all’ 11-15 quando Polimeni interrompe con un time-out. Poi sale in cattedra Dionisio Di Pasquale che inanella una serie impressionante di punti sotto forma di aces (4) e di attacchi vincenti (2). Riaggancio e sorpasso. Un più sette che farà sentire i propri effetti per tutto il resto dell’incontro. Corre ai ripari il mister siciliano, fuori Pirrincieli dentro Gona, poi con due time out ravvicinati (19-16 e 21-16) cerca di scuotere i propri atleti che sembrano intontiti, non difendono, non ricevono  e si fanno murare nettamente. Sugli scudi per Cinquefrondi Sall e Di Pasquale autore di una spettacolare pipe. Anche il secondo parziale è chiuso. Sono nuovamente 27 i minuti di gioco ed è ancora 25-18 Cinquefrondi.

 Polimeni conferma Chillemi nel terzo parziale, Ragusa in formazione tipo. Dopo l’iniziale 2-2 è ancora Dionisio Di Pasquale a fare la differenza. Un altro turno positivo al servizio porta in cascina cinque punti. Primo tecnico sul punteggio 8-5 Cinquefrondi, poi 13-10, time out provvidenziale di Polimeni sul mini break avversario, quindi accelerazione finale e spettacolo tecnico. Neri non fa torto a nessuno, serve a giro tutti i compagni che ringraziano e mettono a segno una serie incredibile di colpi da ogni zona. 16-14 al secondo tecnico, time out Ragusa sul 18-14 e partita chiusa con l’ultimo guizzo del top scorer della serata Dionisio Di Pasquale che piega le mani al muro avversario segnando l’ultimo punto. E’ ancora 25-18 ed i minuti di gioco sono 26.

 Pubblico in delirio, applausi per tutti. Cinquefrondi strapazza Ragusa che torna mestamente in Sicilia a mani vuote per riprogrammare il resto della stagione. Storia ripetuta quindi anche nel finale.

In classifica Cinquefrondi raggiunge quota 27, stacca Ragusa e consolida la posizione di vertice.

Tabellino scores personali:

Indifesa Cinquefrondi: Sterminio 6 – Mercurio 2 – Neri 1 – Chillemi 5 – Sall 5 – Di Pasquale 32 –  Remo 2

Csain Ragusa: Gancitano 11 – Lentini 5 – Pappalardo 6 – Gurrieri 3 – Bocchieri 1 – Firrincielli 8 –

 

Multimag Comments

We love comments
No Comments Yet! You can be first to comment this post!