I fratelli Laganà in nazionale

I fratelli Laganà in nazionale

eadv

marco_laganàdi Giuseppe Dattola

Prima Luca, poi Marco, in ordine d’età abbiamo voluto sentire i due talenti reggini che sono emigrati a Reggio Emilia per diventare dei giocatori d’impatto a livello nazionale. Marco è, da qualche stagione, seguito con grande interesse da tutti gli addetti ai lavori del basket europeo e non solo. Ogni estate, il figlio di Lucio viene sommerso da numerose offerte anche di grandi piazze italiana ma LAganà junior ha scelto come trampolino di lancio una società che ha mandato in orbita talenti di primissimo livello come Ancillotto e Basile e che sa come valorizzare un giovane. Marco è al secondo anno a Reggio Emilia. Il resoconto di questa stagione che sta per mandare in scena il rush finale? “L’annata l’ho iniziata senza aver potuto fare la preparazione atletica perchè ho sofferto per dei problemi alla schiena che mi porto dietro da un po’ e che sono dovuti alla crescita fisica notevole in questi due ultimi anni. Sto disputando il campionato under 17 e 19, e sono molto contento di come sto giocando.” Quanto è cresciuto LAganà in questi due anni? “Sicuramente ho migliorato molto diversi aspetti del mio gioco. Oltre a finalizzare le azioni con un canestro mi piace moltissimo fare dei bei assist ai miei compagni, e questa e’ una cosa molto importante soprattutto contro le difese che difendono forte su di me per cercare di non farmi arrivare facilmente al tiro.” Essere considerato uno dei migliori registi giovani del basket italiano cosa comporta? “non faccio caso a queste cose… Quando gioco io lo faccio per amore e per passione di questo gioco bellissimo ma non penso a ciò che gli altri dicono di me….comunque, se e’ così, questo mi rende Felice perchè vuol dire che sto lavorando bene in palestra tutti i giorni.”. Facciamo un passo indietro e torniamo allo scorso anno. Cosa ha significato per la crescita di Laganà l’esperienza al Jordan Brand Classic organizzato da sua maestà Michael Jordan? “sicuramente e’ stata l’esperienza più bella della mia vita per adesso. Mi e’ servita per crescere soprattutto come persona perchè ho conosciuto ragazzi di tutto il mondo ( con cui tutt’oggi mi sento per telefono), e potermi confrontare con loro e’ stato bellissimo.” I punti di forza di Laganà? “l’uno contro uno dal palleggio e’ ciò che mi piace fare di più perchè mi viene naturale… E’ qualcosa che ho dentro e che mi viene istintivo fare.” E gli aspetti in cui deve migliorare? “difesa, difesa, difesa…. Sono migliorato ma ancora devo fare molto ma molto di più”. L’avversario che più lo ha impressionato? “Vorrei farmi impressionare da Lebron James ma questo e’ un sogno nel cassetto…”. Il sogno cestistico di Marco? “ il mio sogno e’ innanzitutto quello di diventare un giocatore di altissimo livello, io decido chi voglio essere e quindi dipende dalla passione e dalla voglia che metterò ogni giorno in palestra…e poi un altro sogno e’ quello di vedere la Viola di nuovo in serie A, perché Reggio non può mancare nell’elite della palla a spicchi italiana….”. Magari con in campo Marco e suo fratello Luca a vestirà i colori neroarancio, proprio come fece il padre Lucio per una storia iniziata negli anni’80 e che vorrebbe tanto avere un seguito.

Francesco Iriti

Storico Direttore di www.ntacalabria.it, é giornalista pubblicista dal 2008. Laureato in Scienze della comunicazione, ha di recente pubblicato il libro " E' un mondo difficile". Ecco il link per acquistarlo http://amzn.to/2lohl4U. Lavora come Digital Content Marketing in Irlanda.

Multimag Comments

We love comments
No Comments Yet! You can be first to comment this post!