Coppa Calabria, Lazzaro-San Roberto 1-2

Coppa Calabria, Lazzaro-San Roberto 1-2

Pasquale Ravenda

di Francesco Legato

LAZZARO: Candido 6; Vinci 6,5; Assumma 6; Belluno 6,5; Ravenda 6; Barillà 6; Focà 6 (dal 27°st Leonardi 6); Chiaia 6,5 (dal 27°st D’Andrea 6); Tigani 6,5; Artuso 6,5; Ambrogio 6 (dal 6°st Ielo 6,5).

SAN ROBERTO : Crupi A. 6; Chirico 6; Catalano 6,5; Surace 6; Crupi M. 6( dal 29°st Calarco 6); Minniti 6,5; Fiumanò Dario 6 (dal 33°st Foti sv); Fiumanò Danilo 6,5; Spina 6,5; Reitano 6,5; Monorchio 6,5.

ARBITRO: Lo Faro di Reggio Calabria voto 5,5

Marcatori: 11°pt Spina; 14°pt Reitano; 38°pt Tigani (rigore)

LAZZARO – L’esito finale era stato già scritto nella partita di andata con la vittoria per tre a zero del San Roberto. Non era certo passare il turno l’obiettivo dei biancorossi ma mostrare un qualche miglioramento nel gioco e nella forma fisica, presentandosi ai tifosi nella prima gara ufficiale tra le mura amiche. Una direzione di gara non sufficiente, assieme a qualche errore di troppo nell’impostazione del gioco, hanno determinato il risultato finale. Il presidente Latella e  mister Verbaro possono essere contenti per l’esordio della coppia d’attacco Tigani-Artuso, ma devono riflettere su un centrocampo che lascia troppo scoperta una difesa ancora non al top della forma.

Al 9°, grazie ad uno svarione difensivo, Crupi M. ha l’occasione per portare i compagni subito in vantaggio ma spreca malamente infastidito dall’uscita di Candido. Passa solo un minuto e gli ospiti ci riprovano con Fiumanò ma, in questa occasione, determinante è la risposta del portiere locale.

All’11° nulla può, invece, l’estremo difensore biancorosso contro il tiro di Spina, servito magistralmente da Chirico.

Al 14° il San Roberto raddoppia e chiude la pratica Lazzaro grazie a Reitano che, in evidente azione di fuorigioco, anticipa con un preciso colpo sotto  l’uscita a valanga di Candido. Il primo vero tiro in porta per i locali è di Artuso che di testa al 30° impegna Crupi. Al 36° ancora Artuso incrocia un buon cross di Focà, il tiro è però debole e il portiere avversario non ha difficoltà.

Al 38° fallo di mano di Chirico, calcio di rigore assegnato ai locali, battuto e realizzato da Tigani.

Nei minuti finali del primo tempo, una scomposta uscita del portiere Candido sull’attaccante Monorchio, costringe il direttore di gara a pareggiare i penalty assegnati: batte Spina ma ottima è la risposta del portiere locale che devia fuori. Nella ripresa non succede nulla, da registrare solo un tiro insidioso di Vinci al 9° su cross di Ielo. Gli ospiti rallentano il ritmo , forti di un risultato ormai acquisito, mentre i locali si risparmiano in vista del derby che li vedrà ospiti del Motta nella prima di campionato.

Multimag Comments

We love comments
No Comments Yet! You can be first to comment this post!