Reggina – Ascoli: Anche i Piceni corsari al Granillo

Reggina – Ascoli: Anche i Piceni corsari al Granillo

Reggina e Ascoli, per una partita con vista playoff, subito in campo al Granillo per il quindicesimo turno del campionato di Serie B che si avvicina al giro di boa. I padroni di casa, nell’ultimo periodo avevano mostrato di avere degli scricchiolii in fase difensiva che avevano pregiudicato le loro prestazioni. In casa amaranto, c’era da farsi perdonare con una reazione d’orgoglio, la debacle del Vigorito, cercando l’immediato riscatto contro l’Ascoli. Vincere e reagire era la parola d’ordine, per disinnescare la crisi di risultati, invertire la rotta e recuperare l’identità smarrita. C’era anche da sfatare il tabù dell’ex Sottil. Il tecnico ascolano, infatti, non aveva mai perso in panchina contro gli amaranto. I Piceni nell’ ultimo periodo avevano trovato la quadratura e venivano dal pareggio contro il Monza che aveva permesso loro di allungare la serie positiva restando aggrappati al treno playoff. A passare è stato l’Ascoli che non vinceva in riva allo Stretto dal maggio 2010. I tre punti sono arrivati con un gol per tempo di Sabiri. In mezzo il momentaneo pareggio degli amaranto con il rigore realizzato da Montalto.

Fischia Abisso

Terzo incrocio per il 36enne fischietto della sezione di Palermo. Ha arbitrato due volte gli amaranto. Oltre a Reggina-Salernitana del 1° febbraio 2021, anche Reggina-Ascoli dello scorso 4 maggio, entrambe finite con un pareggio. Cinque i precedenti con l’ Ascoli, con 2 vittorie dei marchigiani, 2 pareggi ed 1 ko.

Le scelte dei due tecnici

Mister Aglietti ha dovuto rinunciare al solo Menez per un problema al tendine d’Achille. Cambi sostanziali per il tecnico amaranto che ha infoltito il centrocampo. Dal primo minuto Lakicevic Hetemaj e Laribi. Il tecnico toscano si è affidato a giocatori più estrosi ed offensivi, come Rivas e Cortinovis. Conferma  per Montalto al centro dell’attacco. Panchina per Adjapong, Stavropulos, Ricci, Bellomo e Galabinov. Sottil, ha dovuto fare a meno di Bidaoui, Donis, Fabbrini, Spendlhofer e Petrelli e dello squalificato Saric. A comporre il reparto difensivo, Baschirotto, Botteghin, Avlonitis e D’Orazio. A centrocampo, il tecnico ha dato spazio a Collocol, Buchel e Caligara. Sulla trequarti ha schierato Sabiri alle spalle di Dionisi ed Iliev. Panchina per Palazzino e Maistro.

La partita

Nella fase iniziale della gara, è stato l’Ascoli a partire molto forte, colpendo subito a freddo i padroni di casa. A rompere subito il ghiaccio è stato il gol fulmineo di Sabiri. Il resto del primo tempo è stata una gara senza ritmi troppo alti, con qualche tentativo offensivo in ripartenza degli amaranto. La Reggina, che aveva subito la pressione ospite, è andata alla ricerca del pari raggiunto al minuto trentaquattro. Sul colpo di testa di Rivas, è stato Baschirotto a toccare nell’ area di rigore la palla con il braccio. A battere il penaty sul dischetto si è presentato Montalto che non ha lasciato scampo a Leali.

La ripresa

Si è presentata in salita per la squadra dello Stretto. È stato ancora il Picchio, squadra molto fisica e insidiosa in ripartenza, a mettere la freccia sempre con Sabiri. Gli amaranto hanno provato a riprendere il match con Montalto, ma nel finale è stato l’estremo difensore ospite a togliere dalla porta un colpo di testa di Galabinov sugli sviluppi di un calcio di punizione battuto da Liotti. Padroni di casa vicini al pareggio anche con Bellomo, il cui tiro è finito di poco fuori e con un colpo di testa di Denis.

Constatazione oggettiva

Al di là del risultato, l’undici di Aglietti è sembrato non avere molte frecce al proprio arco. La compagine amaranto, ha perso l’identità e le convinzioni delle prime partite ma, quello che preoccupa è l’aver smarrito il bandolo della matassa.

Il tabellino

Reggina – Ascoli:1-2

Marcatori: 2′ Sabiri (A), 36′ rig. Montalto (R), 55′ Sabiri (A),

Reggina:Turati; Lakicevic, Cionek, Regini, Di Chiara; Hetemaj (73′ Bianchi), Crisetig, Cortinovis (64′ Galabinov); Rivas (73′ Liotti), Montalto (77′ Denis), Laribi (46′ Bellomo). A disposizione: Micai, Loiacono, Stavropoulos, Adjapong, Gavioli, Ricci, Galabinov, Tumminello. Allenatore: Aglietti

Ascoli: Leali, Baschirotto, Botteghin, Avlonitis, D’Orazio (87′ Quaranta); Collocolo, Buchel (61′ Eramo), Caligara; Sabiri; Dionisi (73′ Maistro), Iliev (87′ De Paoli). A disposizione: Bolletta, Guarna, Salvi, Tavcar, Felicioli, Castorani, Palazzino, Franzolini. Allenatore: Sottil

Direttore di gara: Abisso di Palermo.

Assistenti: Longo di Paola e Lombardi di Brescia. VAR:Maggioni di Lecco. A-VAR: Mokhtar di Lecco.

Enzo La Piana

Ha iniziato nei lontani anni ottanta a scrivere di sport, per un breve periodo, per il giornale il "Provinciale". Nel tempo il mondo della televisione lo ha catturato, facendolo appassionare alle riprese televisive, coltivate grazie all'emittente RTV. Prima di approdare su Ntacalabria, ha scritto per altri blog e giornali online seguendo il calcio e la Reggina.