Gravidanza ai tempi del Coronavirus, i consigli dell’ostetrica

Gravidanza ai tempi del Coronavirus, i consigli dell’ostetrica

Gravidanza e coronavirus

E’ normale avere paura. Sai che hai una piccola creatura da proteggere e stai già facendo del tuo meglio.

Se sono scese lacrime non sentirti in colpa, è un po’ di paura, rabbia o tristezza che defluisce via, fuori da te.

A volte piangere fa bene, l’importante è poi ritornare a centrarci sulle attività che ci rassicurano e fanno bene.

Consigli per mamma e papà…

Trasforma il periodo di isolamento in un momento di cura e concessione profonda con il tuo bambino.

Non puoi cambiare l’andamento dell’epidemia, puoi però coccolarti e coccolare il tuo piccolo attraverso massaggi, rilassamento o yoga.

Muoviti regolarmente anche dentro casa, durante il giorno ricordati di alzarti dalla sedia o dal divano almeno cinque minuti ogni ora.

Puoi consultare l’ostetrica che ti consiglierà il tipo di ginnastica dolce o di yoga per la gravidanza: potrai fare esercizio sapendo che tutti i movimenti sono perfettamente compatibili con il tuo stato.

L’attività fisica migliora la circolazione e il metabolismo e aiuta a mantenere un buon livello di endorfine, che sono molto importanti per regolarizzare il tono dell’umore ed evitare sbalzi eccessivi.

Siamo essere umani

“Siamo esseri umani, siamo fragili, siamo incinte, siamo in pandemia: possiamo farcela e tenere dritta la barra del nostro umore per la maggior parte del tempo!”

Emozioni positive che susciteranno queste attività, nutriranno il benessere del tuo bambino.

Scegli 1 o 2 momenti al giorno per informarti: il tuo bambino è in grado di percepire le tue emozioni.

Non sovraesporti a immagini e video continuativi legati al Coronavirus.

Ricordati che l’angoscia che suscitano certe immagini e notizie hanno un impatto sul nascituro.

Scegli di informarti attraverso fonti ufficiali, senza cercare in continuazione nuove informazione o leggere tutti i WA con allarmismi e allegati angoscianti.

Quindi… stacca la spina!

Ricordati di parlare di altro, distrarsi e uscire dal loop di discorsi angoscianti e catastrofisti serve a rafforzarci attraverso le emozioni positive che nutriranno il nascituro.

E’ normale essere preoccupati per il lavoro, ora che la famiglia si sta per allargare possono subentrare ansie importanti legate alla perdita o alla diminuzione dell’attività lavorativa.

Ragioniamo su ciò che si può fare giorno per giorno, buttare lo sguardo troppo oltre può farci cadere in un vortice di pensieri negativi.

Un giorno alla volta, un passo alla volta , insieme.

“Perché i nostri bambini percepiscono l’ansia anche dall’utero, e sono molto sensibili alle nostre onde emotive. Provare un po’ di ansia non significa essere paralizzati dall’ansia, e un’onda non è uno tsunami!”

Dare tempo alla gravidanza

Il coronavirus non deve togliere ma donare tempo alla gravidanza.

Rimanere più tempo a casa ti permette di preparare con cura e amore tutto ciò che servirà, leggere libri sulla gestazione e l’allattamento.

Potresti tenere un diario per raccontarti e riflettere, scrivendo liberamente sia le cose belle sia quelle brutte che provi.

Scrivere e rileggersi può essere d’aiuto in un momento di grande cambiamento personale e incertezza generale come questo.

Rafforza il tuo sistema immunitario con le emozioni positive attraverso ciò che ora è possibile fare che ti piace e gratifica.

Cura la tua alimentazione al meglio e fai degli esercizi fisici che ti aiutano a rimanere in forma e a scaricare le tensioni.

Mangia sano!

I negozi di alimentari restano aperti quindi non ci saranno problemi di approvvigionamento.

Non farti mancare frutta e verdure fresche. Ricorda che un pasto equilibrato che contenga carboidrati, verdure e proteine ottimizza i valori di glicemia ed è quindi l’ideale per te e per il tuo bambino.

I dolci confezionati e i prodotti industriali sembrano fatti apposta per placare le ansie e la conseguente fame nervosa di questo periodo; tuttavia la composizione di questi alimenti è troppo sbilanciata troppi zuccheri semplici per assumerli quotidianamente e bisogna dunque limitarli in maniera drastica, tra le soluzioni alternative abbiamo la sana fetta di pane integrale con burro e marmellata senza zuccheri aggiunti, la torta fatta in casa , il pane alla frutta secca e uvette fatto in casa.

Mettersi ai fornelli per cucinare pasti buoni e salutari è un modo per prendersi cura di sé e far passare il tempo.

Riposati adeguatamente con attività rilassanti serali , meglio non vedere notiziari o speciali sul coronavirus prima di addormentarsi per non scivolare nel sonno con emozioni negative e con senso di allerta.

Gravidanza, i consigli…

Una tisana e un bagno caldo, una musica rilassante prima di addormentarci e luci soffuse ci aiuteranno a scivolare più dolcemente nel sonno.

Stare in casa tutto il giorno può comportare una progressiva alterazione del ritmo sonno-veglia, si tende ad andare a letto tardi alla sera e ad alzarsi molto tardi al mattino.

Quest’alterazione prolungata può incidere sul tuo umore, il tuo appetito e il tuo bilancio degli zuccheri, che in gravidanza è davvero importante. Se possibile, tenta di mantenere le abitudini pregresse: resta a letto almeno sette ore e cerca di andare a dormire tra le dieci di sera e mezzanotte.

Non interrompere per quanto possibile la propria routine, in questo momento bisogna ancorarsi a ciò che è certo, noto e prevedibile.

Rispettare indicazioni

Continuare il lavoro e le proprie abitudini laddove possibile. Rispettando sempre le indicazioni di sicurezza vigenti.

Coltiva il tuo hobby come prima e perché no, più di prima: dipingi, canta, balla, cura le tue piante o qualsiasi altra cosa ti donano sorriso e relax. Isolamento non significa essere soli.

Puoi condividere questo periodo così unico della tua vita con le persone care attraverso telefonate, videochiamate e qualsiasi modalità utile per sentirti in connessione con altri genitori o con altri famigliari.

E appena si potrà, arriverà quell’abbraccio tanto desiderato.

Abbraccio viso a viso quello profondo, unico e solo, il più dolce del mondo perché sarà il nostro abbraccio figlio Mio.

dott.ssa Nancy Alati

dott.ssa Nancy Alati

Articolo a cura della dott.ssa ostetrica Nancy Alati

Category Medicina

Maria Cristina Condello

Maria Cristina Condello ha conseguito la laurea Magistrale in "Informazione, Editoria e Giornalismo" presso L'Università degli Studi Roma Tre. Nel 2015 ha conseguito il Master di Secondo Livello in "Sviluppo Applicazioni Web, Mobile e Social Media". Dal 2016 è Direttore Responsabile della testata giornalistica ntacalabria.it