Che specialità la pasta con le sarde di Luigi! Ricette Ntacalabria

Questo post é stato letto 9180 volte!

 

Mettiamo a tostare i pinoli in una padellina riscaldata e poi li ritiriamo
Versiamo un filo d’olio e inseriamo il pangrattato o i cubettini di pane; pepiamo leggermente e tostiamo a fuoco medio fin quando la padella e’ già abbastanza calda. Ritiriamo quando ben dorato.
In una padella capiente versiamo alcuni cucchiai di olio, riscaldiamo ed inseriamo le scaglie di peperoncino.
Quando l’olio e’ ben aromatizzato, inseriamo la cipolla tagliata finemente e rosoliamo un paio di minuti. Aggiungiamo un pizzico di sale.
Abbiamo tagliato a julienne il finocchio e lo inseriamo in padella, mescoliamo e appassiamo alcuni minuti.
Poi è la volta di due spicchi d’aglio ben tritati, mescoliamo per bene.
Intanto che l’acqua per la pasta bolle, saliamo e cuociamo gli spaghetti seguendo il tempo di cottura come consigliato.
Inseriamo le acciughe e lasciamo che si sciolgano a fuoco medio.
Sfumiamo con il vino e alziamo la fiamma, prima che evapori del tutto versiamo lo zafferano diluito in un po’ d’acqua e mescoliamo.
Aggiungiamo un cucchiaino di concentrato e mescoliamo continuamente.
A questo punto inseriamo l’uvetta che e’ stata messa in acqua alcuni minuti per essere idratata.
Mescoliamo, aggiungiamo le sardine dopo averle scolate dell’olio, e dopo averle private delle lische.
Mescoliamo, saltiamo, versiamo un filo d’acqua di cottura.
Scoliamo gli spaghetti, conservando un po’ dell’acqua di cottura se fosse necessario.
Inseriamoli in padella e mescoliamo, saltiamo.
Aggiungiamo i pinoli e il finocchietto selvatico tagliato e mescoliamo, amalgamiamo per bene.
Impiattiamo spolverando il pangrattato tostato e buon appetito.

 

Ingredienti:

250 gr di spaghetti o bucatini
7 o 8 sardine in olio ( se fresche meglio)
Tre acciughe
Una cipolla
Due spicchi d’aglio
Una manciata di pinoli e una di uva sultanina
Un pizzico di zafferano
40 gr di pangrattato o fettine di pane tagliate a cubettini piccoli
Un finocchio
Del finocchio selvatico
Concentrato di pomodoro
Mezzo bicchiere di vino
Scaglie di Peperoncino
Sale e pepe
Olio evo

A cura di Luigi Santagati, con la collaborazione del gruppo Facebook:
Calabria e borghi d’Italia con le sue ricette

 

 

 

Questo post é stato letto 9180 volte!

Author: Redazione_Cultura