Vallata del Gallico, da San Martino a San Silvestro

Vallata del Gallico, da San Martino a San Silvestro

L’autunno sullo Stretto si apre all’insegna dei sapori e delle tradizioni. La Vallata del Gallico è pronta a dare il via alla kermesse “Da San Martino a San Silvestro, progetto di promozione turistico, enogostronomica e culturale, organizzato dal Circolo Posidonia e dall’Ecodistretto della Vallata del Gallico.  Gli ultimi due mesi dell’anno vedranno protagonista l’intera Vallata attraverso l’organizzazione di un network di eventi culturali, artistici, sportivi, ricreativi, enogastronomici, musicali, di valorizzazione dell’artigianato, che permetteranno di sviluppare un senso di identità comune grazie al coinvolgimento di imprenditori, associazioni del territorio.

Il via è fissato l’ 11 novembre con la manifestazione, “Bacco approda a Borgo Cecilia”. A partire dalle ore 19.00, presso l’antico borgo cecilia di Gallico Marina si renderà omaggio al vino novello con il rito di spillatura delle botti. Le piccole stradine del borgo saranno allestite con stand che ospiteranno i produttori vinicoli locali, caldarroste e prodotti tipici locali. Offerta gastronomica che raddoppia con l’apertura di una zona dedicata alla cucina all’aperto curata dai ristoratori della vallata del Gallico. Per tutti i visitatori la possibilità di gustare del buon cibo e bere del buon vino in un borgo suggestivo, già custode di storie e tradizioni. Alle 21.00 il concerto dei Taranproject chiuderà un cerchio di emozioni e sapori in cui note musicali e note del vino si fondono.

Ma “Da San Martino a San Silvestro è ancora molto altro, Cultura. Ricco il carnet degli eventi culturali, si inizia Venerdì 14 Novembre con il convegno sul tema, Verso la Città Metropolitana e le Unioni dei Comuni. Il 21 novembre è il turno del convegno La “Gallico-Gambarie”:  Strada Parco al servizio dello sviluppo della Vallata del Gallico. Ed ancora, il 28 novembre l’incontro dal tema,  La riqualificazione del litorale Gallico – Catona fattore di sviluppo di Reggio Nord e del suo entroterra. Il  12 dicembre, toccherà al convegno: L’area vasta di Reggio Nord: identità e innovazione, evento che pone al centro della riflessione un tema di grande attualità alla vigilia dell’insediamento di nuove governance del territorio provinciale. Chiuderà la fase degli eventi culturali il Premio Cavaliere del Mare. Con l’istituzione di questo premio, giunto alla sua 5° edizione, si vuole riconoscere e segnalare l’attività di quanti, con passione, hanno avuto un profondo e simbiotico rapporto con il mare nel campo dello sport, della pesca, della difesa e conservazione  dell’ambiente marino, della ricerca, degli studi e della cultura del mare. Nel corso della cerimonia verranno assegnati anche “attestati di benemerenza” a uomini del comprensorio reggino che hanno dedicato la loro vita al mare.

Arte. Protagonista dell’intera kermesse l’estemporanea di arte figurativa, artisti del territorio che si cimenteranno, su un tema prescelto, per cogliere colori ed emozioni

immortalandoli su tela. Nel corso delle festività natalizie si potrà visitare anche il Presepe vivente di Calanna. Un evento che fa il paio con la realizzazione di un museo del Presepe presso la sala Fata Morgana di Gallico.

Enogastronomia. Per i palati più audaci frittole e d’intorni, una manifestazione pensata per rendere omaggio all’antica tradizione nella cucina dei suini e conservazione delle carni che da sempre la Vallata del Gallico custodisce. Sempre nelle vie del vecchio Borgo Cecilia saranno allestiti spazi per la somministrazione delle tradizionali “frittole” e la vendita degli insaccati. I più curiosi potranno soddisfare la propria sete di conoscenza culinaria attraverso i corsi per la preparazione delle frittole e la conservazione delle carni. Ed ancora, il 28 dicembre, Il Natale dei sapori a Villa San Giuseppe – Enogastronomia e mostra mercato sui prodotti della tradizione nella Bassa Vallata del Gallico. Offerta gastronomica all’insegna delle tradizioni con la classica crispellata e tombolata. Sapori, dolci e giochi della tradizione natalizia verranno proposti in appositi spazi all’aperto nei quartieri della Vallata del Gallico ed il ricavato delle offerte verrà devoluto in beneficienza.

Musica e spettacoli. L’atmosfera delle feste natalizie farà rivivere  i canti e la musica porta a porta. Alla vigilia del Santo Natale, per dare calore e creare l’atmosfera della festività, saranno diffusi, con la zampogna, l’organetto ed altri tradizionali strumenti, musiche e canti natalizi in tutti i quartieri della  Vallata del Gallico. Tanti gli artisti che si esibiranno nel corso dell’intera manifestazione dai Kalavria agli Alma Folk passando per i Taranproject, Valentina Balistrieri, Giovanni Favasulli, Alessandro Serraino e Marinella Rodà.  A chiudere il cerchio dell’intero evento non poteva mancare il veglione – aspettando il 2015. Organizzato nei ristoranti della vallata sarà un’occasione per creare momenti di aggregazione e divertimento.

Multimag Comments

We love comments
No Comments Yet! You can be first to comment this post!