Siderno, sequestrati beni per un valore di oltre 3 Mln di euro

I_Portici

Questo post é stato letto 25940 volte!

I_Portici
I_Portici

Stamane, il personale della Polizia di Stato del Commissariato di P.S. di Siderno ha  dato esecuzione al provvedimento  di sequestro beni, emesso dal Tribunale Sez. M.P. di Reggio Calabria in data 26.01.2011 a carico di COMMISSO Roberto, nato a Siderno classe 1972, in atto detenuto poiché tratto in arresto in data 14.07.2010, nell’ambito della c.d. operazione CRIMINE per associazione mafiosa.

La suddetta misura è stata emessa ad integrazione di quella pari numero eseguita a novembre del 2010. Il Tribunale di Reggio Calabria, a seguito di ulteriori accertamenti svolti dal Commissariato di Siderno e dalla Divisione Anticrimine di Reggio Calabria, ha disposto  l’ulteriore sequestro  del patrimonio aziendale e delle quote sociali  della società  “CIEFFE S.R.L”, i  cui soci risultano essere  fratelli o comunque soggetti legati da uno stretto vincolo di parentela con  Commisso Roberto.

Fra i beni sequestrati si evidenzia un grosso supermercato denominato appunto “CIEFFE” e un negozio di calzature denominato “PRIMA DONNA”,  ubicati  in Siderno  all’interno del Centro Commerciale I PORTICI (già posto sotto sequestro nella precedente procedura ablatoria), nonché di un supermercato di medie dimensioni ubicato in Marina di Gioiosa Ionica, in via Montezemolo, anch’esso denominato “CIEFFE”.

Sono state inoltre poste sotto sequestro alcune autovetture di lusso intestate alla ditta (tra cui una Porsche Cayenne), utilizzate dai  titolari della stessa.

L’ammontare totale dei beni sequestrati in data odierna è di Euro 3.500.000,00.

Questo post é stato letto 25940 volte!

Author: Maria Cristina Condello

Maria Cristina Condello ha conseguito la laurea Magistrale in "Informazione, Editoria e Giornalismo" presso L'Università degli Studi Roma Tre. Nel 2015 ha conseguito il Master di Secondo Livello in "Sviluppo Applicazioni Web, Mobile e Social Media". Dal 2016 è Direttore Responsabile della testata giornalistica ntacalabria.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *