Scilla (Rc), ritrovati i computer rubati alla scuola “G. Minasi”

Scilla (Rc), ritrovati i computer rubati alla scuola “G. Minasi”

di Giusy Nuri

Ritrovati i computer e materiale didattico sottratti alla scuola media “G. Minasi”. Il grave furto risale ad un mese fa quando nei giorni in cui si svolgevano gli esami di licenza media, ladri si sono introdotti nell’edificio scolastico nella mattina del 14 giugno e , dopo aver messo a soqquadro gli uffici di segreteria e presidenza, hanno portato via sei computer e altro materiale. L’episodio aveva scatenato l’indignazione della società civile tanto che il coordinamento Basta Indifferenza, in un manifesto pubblico, aveva sottolineato come ad essere stato violato è il Tempio della Legalità, il luogo appartenente alla collettività, dove i ragazzi apprendono le regole del vivere civile.

Dopo un mese di serrate indagini, finalmente i carabinieri della stazione di Scilla, guidati dal maresciallo Giuseppe Bonfardino sono riusciti a trovare il luogo dove era stata portata la refuritiva e di riconsegnarla nella quasi totalità alla scuola. I carabinieri, dopo aver appreso che a Scilla si vendevono computer a prezzi stracciati, sono risaliti al luogo dove questi venivano rivenduti. Un vecchio rudere sito in una traversa di via Umberto I, nel cuore di Scilla. E’ qui che due giovani fratelli scillesi, P.A., 23 anni e P.D, 20 anni depositavano 4 personal computer di nuova generazione, 3 monitor lcd, 2 gruppi di continuità, 4 tastiere, 2 casse grandi per proiettore, 2 casse piccole per p.c, 8 mouse e svariato materiale di cancelleria, per un controvalore di circa 8.000 euro.

Il materiale è stato messo a disposizione dell’Autorità Giudiziaria competente, che, vagliati gli atti di Polizia Giudiziaria, restituirà alla Scuola, e quindi alla collettività intera, gli strumenti tecnologici e didattici sottratti. I due giovani sono stati denunciati in stato di Libertà alla Procura della Repubblica di Reggio Calabria, per ricettazione aggravata. Proseguono, intanto, le indagini per appurare se gli stessi fratelli denunciati sono coinvolti anche materialmente del furto alla scuola.

Multimag Comments

We love comments
No Comments Yet! You can be first to comment this post!