San Luca, Operazione “Italia che lavora”, i nomi degli arrestati

San Luca, Operazione “Italia che lavora”, i nomi degli arrestati

I Carabinieri hanno arrestato a San Luca, Benestare, Vibo Valentia e Lanciano (CH), undici persone per associazione di tipo mafioso, illecita concorrenza volta al condizionamento degli appalti pubblici, frode nelle pubbliche forniture e furto di inerti.

L’operazione, denominata “Italia che lavora”, trae origine da un’indagine avviata nel 2005 che ha consentito di accertare l’appartenenza alla “locale” di San Luca di 3 imprenditori edili del luogo, i quali, unitamente ai rimanenti indagati, hanno posto in essere atti di concorrenza sleale volti al controllo o comunque al condizionamento dell’aggiudicazione e dell’esecuzione degli appalti pubblici banditi in quel centro.

Attraverso il monitoraggio di 9 appalti pubblici banditi dal Comune di San Luca, dalla Provincia di Reggio Calabria e dalla Regione Calabria per opere da eseguirsi in quel centro per un ammontare complessivo di 5,5 milioni di euro, è stato documentato l’accaparramento, diretto od indiretto, mediante atti di concorrenza sleale volti al controllo o comunque al condizionamento dell’aggiudicazione e della successiva esecuzione dei lavori.

Ecco i nomi degli arrestati:

  1. Mammoliti Francesco, classe 1949
  2. Cosmo Antonio, classe 1974
  3. Cosmo Domenico, classe 1961;
  4. Cosmo Giuseppe, classe 1977;
  5. Costanzo Domenico, classe 1973;
  6. Cosmo Antonio, classe 1947;
  7. Cosmo Francesco, classe 1959;
  8. Nirta Antonio, classe 1956;
  9. Pelle Domenico, classe 1975;
  10. Stipo Francesco, classe 1949;
  11. Stipo Antonio, classe 1983

Le foto degli arrestati:

cosmo-domenico-cl-61

Multimag Comments

We love comments
No Comments Yet! You can be first to comment this post!