Reggio Calabria, restano i problemi legati all’impianto di rugby di San Cristoforo

Reggio Calabria, restano i problemi legati all’impianto di rugby di San Cristoforo

Scudetto San Giorgio

“A poco meno di un mese dall’inizio dei campionati federali che vedranno impegnati circa trecento giovani reggini appartenenti alle quattro società reggine nelle categorie seniores, under 18, under 16 , under 14 e under 12 esprimo il grande stato di disagio del movimento rugbystico reggino che anche quest’anno sarà costretto a dover emigrare a Palmi per disputare gli incontri casalinghi.

Il campo da rugby di San Cristoforo Spirito Santo che l’amministrazione Comunale nell’ottobre del 2008 aveva destinato all’uso esclusivo del rugby,  pur essendo stato praticamente completato con la semina del prato nel decorso mese di luglio 2010 ad agosto2010 dopo il secondo taglio dell’erba era in perfette condizioni::

La struttura oggi versa in stato di totale abbandono; l’erba ha raggiunto l’altezza di mezzo metro e la struttura è alla mercè di chi la frequenta abusivamente di giorno e di notte.

Le società reggine si erano offerte in forma federativa di assicurarne la manutenzione ma le loro richieste risultano ad oggi disattese ed assistono al consueto scarica barile tra i vari Uffici della Amministrazione Comunale sia per la complicata situazione che ha riguardato il Sindaco f.f. ,-  situazione che solo da poco ha trovato soluzione –  sia per le solite lungaggini burocratiche aggravate nel periodo estivo da ferie e malattie.

Nel frattempo altri impianti sportivi che originariamente erano destinati al rugby come ad esempio quello di Ravagnese è stato ultimato ed addirittura inaugurato con una partita ufficiale.

A nome di tutti i giovani rugbisti, delle loro famiglie e di quegli appassionati allo sport del rugby che da oltre cinquant’anni aspettano la soluzione dei loro problemi,  le società reggine chiedono alla Amministrazione Comunale di non indugiare oltre e di porre in essere tutte le necessarie azioni atte a garantire loro la fruizione di questa struttura.”

FEDERAZIONE ITALIANA RUGBY

IL DELEGATO PROVINCIALE

Mario Bercich

Multimag Comments

We love comments
No Comments Yet! You can be first to comment this post!