Protesta al Porto di Gioia Tauro: Bloccati gli accessi

porto gioia tauro

Questo post é stato letto 9190 volte!

Una manifestazione pacifica dei lavoratori portuali ha portato alla chiusura dei gate del porto di Gioia Tauro, con 63 lavoratori che hanno protestato bloccando l’entrata e l’uscita. Questi dipendenti, già iscritti all’Agenzia Portuale scaduta lo scorso 27 aprile, sono stati costretti ad agire dopo il fallimento delle trattative per la trasformazione in impresa portuale.

Dopo aver intrapreso una serie di manifestazioni pacifiche per attirare l’attenzione sullo stallo delle trattative, i lavoratori hanno deciso di adottare misure più drastiche bloccando fisicamente l’accesso al porto. Hanno annunciato un’interruzione delle attività di tre ore, fino alle 13, per inviare un segnale forte agli attori coinvolti nelle trattative.

La causa principale di questa protesta risiede nella mancata disponibilità di altre imprese portuali ad entrare nella società di gestione dell’impresa portuale, nonostante il ruolo centrale dell’Autorità di Sistema Portuale nella mediazione tra terminalisti e altre aziende interessate.

Per prevenire possibili scontri tra i camionisti in attesa di entrare nel porto, la zona è stata presidiata dalla polizia, dai carabinieri e dalla guardia di finanza. Tuttavia, nonostante le precauzioni prese dalle forze dell’ordine, il blocco ha causato una lunga coda di veicoli fermi sul raccordo che collega lo svincolo dell’A2 di Rosarno e l’ingresso dello scalo portuale.

La protesta dei lavoratori portuali a Gioia Tauro evidenzia la crescente tensione nel settore e la frustrazione dei dipendenti di fronte al mancato progresso nelle trattative per la trasformazione dell’Agenzia Portuale in impresa portuale.

La situazione rimane incerta, con gli attori coinvolti chiamati a trovare una soluzione che soddisfi le esigenze dei lavoratori e assicuri la stabilità e la continuità delle operazioni portuali a Gioia Tauro.

Questo post é stato letto 9190 volte!

Author: Nino Pansera

Ideatore, fondatore e sviluppatore di www.ntacalabria.it Antonino Pansera, per molti semplicemente Nino, è l'ideatore, ed insieme a Francesco Iriti, il fondatore del portale / giornale on line ntacalabria.it, laureato in agraria ha sempre avuto la passione per l'informatica.