Operazione “Epilogo, i Serraino imponevano caffè e farina

carabinieri

Ecco le foto degli arrestati >>>

La cosca Serraino si era specializzata a Reggio Calabria nel settore del caffè e della farina. L’influenza del gruppo criminale, secondo le indagini, si riscontrava in particolare nel quartiere San Sperato.  I magistrati della Dda reggina hanno accertato l’interesse da parte del gruppo Serraino alla commercializzazione del caffe’ ‘Borbone’ ed alla vendita di farina e dei suoi derivati. Direttamente interessati alla commercializzazione dei due prodotti sono due esponenti di vertice della cosca, Fabio Giardiniere e Maurizio Cortese.

L’influenza della cosca che imponeva il proprio predominio in numerosi bar della zona di Reggio Calabria e provincia. si evince anche da molti contatti grazie anche all’interessamento diretto di Alessandro Serraino. In alcune occasioni si determina una vera e propria imposizione della fornitura e chi non ci sta viene punito. E’ il caso del titolare del bar Sirio di Reggio Calabria, che per il suo rifiuto ad acquistare il caffè Borbone subisce il danneggiamento a colpi di pistola del locale.

Un altro episodio estorsivo attribuito alla cosca Serraino é quello ai danni dell’impresa edile Restuccia, impegnata nei lavori per la realizzazione della diga sul Menta. L’estorsione non fu pero’ portata a termine per il tempestivo intervento dei carabinieri.

Francesco Iriti

Storico Direttore di www.ntacalabria.it, é giornalista pubblicista dal 2008. Laureato in Scienze della comunicazione, ha di recente pubblicato il libro " E' un mondo difficile". Ecco il link per acquistarlo http://amzn.to/2lohl4U. Lavora come Digital Content Marketing in Irlanda.

Multimag Comments

We love comments
No Comments Yet! You can be first to comment this post!