Montebello Jonico (RC), stima dei danni per gli eventi alluvionali

di Francesco Iriti
360 mila euro per venire incontro ai gravi dissesti metereologici che hanno interessato il comune di Montebello Jonico dal 3 al 5 settembre 2010. Nei giorni scorsi la giunta comunale ha approvato la documentazione ed elaborati relativa alla quantificazione del fabbisogno per il finanziamento dei primi interventi urgenti per la messa in sicurezza dei territori interessati nel territorio della Regione Calabria seguendo l’ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri del 18 gennaio 2011.
Molti i comuni calabresi colpiti dagli eventi alluvionali che erano stati individuati nell’ordinanza n.1/3918/2011 del 14 febbraio 2011, da parte del Commissario Delegato per la Regione Calabria. Il comune di Montebello Jonico è stato inserito tra questi rientrando, di diritto, tra coloro che potevano ricevere delle sovvenzioni per venire incontro ai vari problemi creati dalle avverse condizioni meteo.
Per questo, l’ufficio tecnico ha provveduto a fare una stima dei fabbisogni del territorio fornendo la documentazione necessaria, già in possesso del Settore Lavori Pubblici, Urbanistica e Servizi. La documentazione e gli elaborati sono stati inviati al Commissario Delegato, presso il Settore Protezione Civile della regione Calabria.
La somma ha riguardato ben tre interventi, tutti di uguale entità (120 mila euro a testa), ed in particolare, lavori di pronto intervento e sistemazione strada Montebello Jonico-Limbia Dadora,  lavori di pronto intervento e sistemazione strada Masella-Placa, lavori di pronto intervento e sistemazione strada Fossatello – Calamaci. Ben noti i problemi di dissesto idrogeologico del comune, geograficamente molto vasto visto che comprende varie frazioni che si estendono dalla marina (Saline) fino alle zone interne (Fossato).
Masella, ad esempio, rappresenta l’emblema di questo fenomeno con la nuova chiesa, costruita pochi anni or sono, che viene ormai considerata come il simbolo di un handicap di questo comune che deve fare i conti anche con la presenza di una sola arteria stradale, la strada provinciale S.Elia-Fossato, che collega le frazioni interne con il resto del paese. Bastano, quindi, alcuni eventi atmosferici, come quelli verificatosi nel mese di settembre del 201, per creare ulteriori disagi alla cittadinanza mettendo, in alcuni casi, in pericolo l’incolumità degli stessi. Si tratta, comunque, degli ennesimi interventi-tampone che non risolveranno il problema.
Category Reggio Calabria

Maria Cristina Condello

Maria Cristina Condello ha conseguito la laurea Magistrale in "Informazione, Editoria e Giornalismo" presso L'Università degli Studi Roma Tre. Nel 2015 ha conseguito il Master di Secondo Livello in "Sviluppo Applicazioni Web, Mobile e Social Media". Dal 2016 è Direttore Responsabile della testata giornalistica ntacalabria.it

Multimag Comments

We love comments
No Comments Yet! You can be first to comment this post!