Melito Porto Salvo (Rc), Miro nominato coordinatore comunale di Giovane Italia

Melito Porto Salvo (Rc), Miro nominato coordinatore comunale di Giovane Italia

di Francesco Iriti

E’ di questi giorni la nomina di Giuseppe Miro a coordinatore comunale di Giovane Italia Forza Italia Giovani, il partito giovanile del PDL. Miro, già in politica da qualche anno sempre tra le fila del PDL, è il ‘’volto nuovo e giovane idoneo ad una politica di cambiamento che coinvolga sempre di più la platea giovanile”. Sono queste le parole con cui il Pasquale Naso, coordinatore provinciale di Giovane Italia-Forza Italia Giovani ha ufficializzato la nomina di Miro.

‘’E’ un incarico che mi onora soprattutto perché il PDL è il partito che ha sempre dato maggior attenzione alla crescita politica dei giovani, e la costituzione – ha dichiarato Miro – della Giovane Italia, ne è la chiara dimostrazione. Allo stesso tempo tale nomina mi carica di una serie di responsabilità verso la collettività, e soprattutto, verso i miei coetanei che vogliono crescere politicamente’’.

‘’Fare politica vuol dire interessarsi delle problematiche quotidiane di una collettività,di analizzarle ed ove possibile, trovare delle soluzioni – continua il neocoordinatore comunale Miro. Ed è per tal motivo che l’obiettivo principale di Giovane Italia-Forza Italia Giovani a Melito sarà quello di essere un laboratorio di idee, dove ciascun membro possa apportare il suo contributo e quindi possa diventare elemento utile per lo sviluppo del nostro territorio”.

Miro ha le idee chiare nella sua prima uscita nella nuova veste di coordinatore comunale del partito ed ha aggiunto che “ci impegneremo con tutti i giovani che vorranno unirsi in questo cammino, ed anche con tutti i referenti giovanili degli altri partiti, a collaborare portando avanti idee valide e concrete, realizzando iniziative sociali d’impatto  e di interesse comune”.

Non mancano i riferimenti ai futuri obiettivi che vorranno essere raggiunto e che, a parere di Giuseppe Miro per “far crescere un progetto, non si possano attendere gli interventi dall’alto, ma bisogna rimboccarsi le maniche e lavorare sodo, creandosi i propri spazi a partire dal proprio territorio.  Soltanto operando in tal modo, con costanza e coerenza, si potranno ottenere nel tempo dei risultati, ed in particolare si potrà acquisire agli occhi dei cittadini quella serietà politica, che oggi, purtroppo, rappresenta sempre più una  rarità”.

“Voglio porgere un sentito e sincero ringraziamento – conclude Miro – a Pasquale Naso per la proficua collaborazione di questi mesi che si è concretizzata con questo prestigioso incarico e, soprattutto, per la disponibilità e sintonia politica che costituisce una premessa importante per i futuri traguardi che Giovane Italia –Forza Italia Giovani si  appresta a  raggiungere”.

Francesco Iriti

Storico Direttore di www.ntacalabria.it, ed ideatore insieme a Nino Pansera della testata ntacalabria.it, é giornalista pubblicista dal 2008. Laureato in Scienze della comunicazione, ha di recente pubblicato il libro " E' un mondo difficile". Ecco il link per acquistarlo http://amzn.to/2lohl4U. Lavora come Digital Marketing Manager in Irlanda.

Multimag Comments

We love comments

1 Comment

  1. luciano
    Aprile 28, 09:31 #1 luciano

    Ai miei tempi i giovani, perlopiù quelli bravi e volenterosi, finita la scuola, andavano a lavorare presso i negozi e i bar (soprattutto le pasticcerie) sparsi un pò in tutto il territorio melitese. Badate bene, non era una scelta esclusivamente dettata da esigenze economiche (la mia era ed è una famiglia medio borghese), tutt’altro, era una vera e propria esperienza di vita. Era un’importante lezione per imparare a crescere responsabilizzandosi nei rapporti con gli altri. Era un modo di capire come “gira” di fatto la vita! Era, perchè di tempo, da allora, ne è passato tanto! A differenza dei giovani degli anni 80, quelli di oggi, prima e dopo la scuola, fanno…Politica! E’ una febbre nazionale e, a quanto pare, parecchio contaggiosa! L’esempio del trota Renzo Bossi calza a pennello! Domani questo signorino farà comizi, parlerà alla gente e si professerà mentore del sapere! Ma di quale sapere potrà mai parlare uno che è stato rimandato tre volte all’esame di maturità!! ps: Caro Signor Miro l’estate è il periodo migliore per fare esperienze lavorative stagionali! Non si lasci sfuggire l’occasione e lasci perdere la politica. Almeno per il momento. Luciano