Chiesto lo stato calamità per borgo Brancaleone vetus

Chiesto lo stato calamità per borgo Brancaleone vetus

eadv

L’Amministrazione Comunale di Brancaleone si è attivata per il Parco Archeologico Urbano di Brancaleone Vetus. Lo ha fatto con una lettera indirizzata all’Azienda Calabria Verde, Consorzio di Bonifica e MIBACT.

Calamita’ Brancaleone vetus, i danni

Per la calamita’ Brancaleone vetus ha chiesto aiuto con uomini e mezzi per la risoluzione degli eventi franosi avvenuti lo scorso 24 Novembre. In particolare, e’ stato causato uno smottamento lungo il sentiero principale del borgo antico.

Si è infatti reso necessario chiudere momentaneamente al pubblico il Parco Urbano. E’ stato idoneamente transennato con apposita cartellonistica di pericolo nel tratto interessato dalla frana.

Intervento Pro Loco di Brancaleone

La Pro-Loco di Brancaleone si è subito mobilitata assieme all’ufficio tecnico del Comune effettuando dei sopralluoghi al fine di valutare le condizioni del tratto interessato dalla frana. E per trovare possibili soluzioni affinché possa essere garantita la fruizione dei visitatori. E si eviti maggiori problemi in seguito ai danni causati dalla calamita’ di Brancaleone vetus.

Nelle prossime settimane, la Pro-Loco di Brancaleone si attiverà attraverso l’opera di volontari e privati cittadini che in questi ultimi giorni hanno espresso preoccupazione per la situazione.

Restano ancora da monitorare alcuni smottamenti importanti avvenuti nell’alluvione del 1 e 2 Novembre 2015. In quell’occasione si verificò il cedimento di una parte della piazzetta prospiciente alla ex chiesa intitolata a Maria S.S. Annunziata. Oggi è divenuta un “Centro Documentazioni” visitato da molti turisti.

Commissaria Giusto sulla vicenda

Sul caso è intervenuta la Commissaria Isabella Giusto attualmente alla guida del Comune di Brancaleone:

Dopo oltre due anni di governo di questo Comune, quale componente della Commissione Straordinaria prima, quale Commissario Prefettizio oggi, posso affermare con consapevolezza che “Brancaleone Vetus” è la memoria storica di questo territorio e patrimonio culturale dei Brancaleonesi. Patrimonio che costituisce volano per un rilancio turistico di questo paese. Insieme alle altre bellezze naturali che lo caratterizzano e di cui può vantare l’unicità.

Ed è con questo senso di giustizia e per rendere onore a questi luoghi che l’impegno per recuperare e mantenere la storia del borgo sarà massimo. Cercherò, insieme ai dirigenti dell’Ente e alle associazioni presenti sul territorio, di portare avanti quante più iniziative possibili per frenare il grave  dissesto idrogeologico che interessa il borgo.

Il Presidente della Pro Loco

Il Presidente della Pro-Loco di Brancaleone si appella alle Autorità competenti: 

Vorrei ringraziare a nome mio e di tutto il Consiglio direttivo della Pro-Loco la Dott.ssa Isabella Giusto, l’ufficio Tecnico e i Dirigenti. In questi anni hanno dimostrato apprensione per quanto riguarda l’opera di promozione e valorizzazione del Parco Archeologico Urbano di Brancaleone Vetus. Dopo questi eventi calamitosi vorrei fare appello a tutti gli Enti e le Autorità preposte. La speranza e’ che si attivino per non lasciare sola l’amministrazione Comunale in questa fase delicata. Riguarda un argomento molto delicato come la conservazione e la fruizione pubblica del Borgo di Brancaleone Vetus. Noi, insieme ai volontari, curiamo e coccoliamo questo luogo tutto l’anno. E lo facciamo per garantire una fruizione a numerosi visitatori che giungono da ogni parte d’Italia e d’Europa.

Non possiamo – continua Verduci – vanificare anni di sacrificio che hanno dato vita ad un grande progetto di rinascita del borgo di Brancaleone vetus. Ci auspichiamo – conclude – che la situazione possa volgere ad un lieto fine. Lo dobbiamo alla nostra storia, alla memoria, al nostro territorio che si appresta a diventare una meta prescelta del “turismo lento” che sta crescendo in questi anni. E tutto e’ possibile attraverso iniziative e progetti che stanno finalmente dando i frutti sperati per la rinascita turistica e commerciale del nostro paese.

Carmine Verduci

Nato a Brancaleone nel 1984, ha frequentato l'istituto d'arte di Locri. Artista e scrittore, ama la musica, la natura, la fotografia, la storia delle leggende Calabresi e dell'archeologia. Si occupa di divulgazione e promozione culturale dell'area grecanica e locridea, attraverso l'organizzazione di eventi culturali nella propria città e sul territorio.