Brevi di cronaca del 10 ottobre 2012

Brevi di cronaca del 10 ottobre 2012

carabinieri

carabinieri

-I carabinieri di Bruzzano Zeffirio(RC), traevano in arresto in esecuzione di una ordinanza per espiazione di pena detentiva Z.B., 40 anni, responsabile dei reati di favoreggiamento personale, associazione finalizzata al traffico illecito di sostanze stupefacenti o psicotrope, produzione, traffico e detenzione illeciti di sostanze stupefacenti o psicotrope.

-I carabinieri di Locri (RC), su ordine di esecuzione per la carcerazione, traevano in arresto C.S., 54 anni, dovendo il medesimo espiare una pena residua di anni 2 e mesi 6 di reclusione, poiché ritenuto responsabile del reato di procurata inosservanza di pena.

Reggio Calabria, un individuo, con un movimento repentino, strappava a F.R., 69 anni, il girocollo in oro che indossava, dileguandosi successivamente per vie limitrofe.

-I carabinieri di Saline di Montebello Jonico (RC), traevano in arresto L.G., 75 anni, in esecuzione di una ordinanza di carcerazione. Il predetto dovrà espiare una pena residua di anni 2 di reclusione, nonché €.600 di multa, poiché ritenuto responsabile del reato relativo alle disposizioni sul controllo delle armi; norme per la protezione della fauna selvatica omeoterma e per il prelievo venatorio.

-I carabinieri di Melito Porto Salvo (RC), intervenivano arenile antistante lungomare dei mille, ove rinvenivano, occultata nella sabbia, una carabina cal. 22 marca Laufstahl, con matricola abrasa, in mediocre stato di conservazione, sottoposta a sequestro.

Polistena (RC), ignoti hanno esploso sei colpi di pistola cal. 38 all’indirizzo della saracinesca dell’officina meccanica per la revisione di automobili, denominato “C.M.P.”, di proprietà F.F., 55 anni.

-I carabinieri di Palmi (RC), traevano in arresto, in ottemperanza all’ordinanza di applicazione della misura cautelare personale S.M., 36 anni. il provvedimento trae origine dal rinvenimento di sostanza stupefacente e munizionamento operato dai militari a San Procopio (RC).

Serrata (RC), ignoti hanno asportato circa 200 metri di cavi telefonici di proprietà della Telecom Italia spa, tranciandoli dai pali di sostegno, installati lungo la strada Provinciale 52, nel territorio del Comune di San Pietro di Caridà (RC).

-I carabinieri di Gioia Tauro (RC), denunciavano in stato di libertà S.A., 41 anni, poiché ritenuto responsabile del reato di cui violenza o minaccia a pubblico ufficiale.

Category Reggio Calabria

Multimag Comments

We love comments
No Comments Yet! You can be first to comment this post!