Brancaleone (RC), campagna di auto censimento dei cittadini disabili

Brancaleone (RC), campagna di auto censimento dei cittadini disabili

Visto il perdurare della situazione di epidemiologica, al fine di garantire la miglior assistenza possibile e di redigere la mappa sinottica della disabilità, in rispetto al Dgr 135/2015, la Garante delle persone con disabilità di Brancaleone in sinergia con il Comune di Brancaleone, hanno dato il via ai lavori per l’auto censimento dei cittadini con disabilità.

Si tratta di una iniziativa di enorme importanza e di cui con orgoglio rivendichiamo il fatto di essere uno dei primi comuni calabresi ad averlo avviato afferma la Garante, Anna Laura Tringali. – Per comprendere la portata dell’iniziativa proviamo solo a immaginare una situazione di pericolo, quale una calamità naturale,  in cui vi sia la necessità di  effettuare un intervento di soccorso ad un cittadino con disabilità, magari un bimbo o un anziano. In tali situazioni la tempestività è tutto, ma i soccorsi potrebbero subire una brusca fermata qualora chi interviene non fosse a conoscenza delle condizioni del cittadino o della peculiarità della sua abitazione.

E’ evidente che il soccorso ad un cittadino con una disabilità motoria implichi un dispiegamento di forze e di professionalità diverso rispetto all’intervento ad un cittadino con una disabilità mentale o con deficit sensoriali. Ancor di più il salvataggio di una persona su sedia a rotella che si trova ad un piano terrà sarà diverso rispetto all’intervento in un terzo piano.

Tale necessità era già stata intuita ai tempi della Convenzione Internazionale dei diritti delle persone con disabilità del 2006, che richiamava le situazioni di rischio ed emergenze umanitarie e poneva in capo agli Stati Membri che vi aderivano l’impegno  a prendere “tutte le precauzioni necessarie per garantire la protezione e la sicurezza delle persone con disabilità in situazioni di rischio, incluse le situazioni di conflitto armato, di emergenze umanitarie e disastri naturali. Nella stessa direzione, il Parlamento Europeo con la risoluzione del settembre 2007 sui disastri naturali, sottolinea:

la necessità in caso di disastri naturali di tenere in considerazione soprattutto i bisogni specifici delle persone con disabilità in tutte le azioni svolte usando i Meccanismi della Protezione Civile.

Le schede di censimento saranno messe a disposizione della Ufficio di Protezione Civile del Comune che potrà così redigere la mappa sinottica della disabilità, ovvero quei Piani di emergenza per il soccorso alle persone disabili.

L’iniziativa è stata possibile grazie alla pronta disponibilità dell’assessore alle politiche sociali del Comune di Brancaleone, Martina Toscano, che ha da subito compreso l’importanza e la portata della rilevazione.

Ma nulla di tutto ciò sarebbe stato possibile senza l’impegno che da anni dispiegano sul versante della pianificazione d’emergenza e disabilità  il Presidente di “Soccorso Senza Barriere”, Gianfranco Pisano, il Presidente di  Fand Calabria, Maurizio Simone e  la presidente Fish Calabria, Annunziata Coppedè.     

Come Garante delle persone con disabilità era per me una priorità garantire la sicurezza e l’incolumità dei cittadini, ma mi serve ora la collaborazione della popolazione tutta: è ,infatti, bene che tutti esortino amici e familiari a compilare le schede di auto censimento, così che si abbia contezza del numero e della collocazione sul territorio dei cittadini con disabilità.

Le schede sono scaricabili dal sito del comune e possono essere rispediti agli indirizzi mail indicati o a mano presso gli uffici comunali.  Aiutateci ad aiutarvi .

 

                                                                                           GARANTE PERSONE CON DISABILITA’ BRANCALEONE

                                                                                                                     Dott.ssa Anna Tringali

 

Carmine Verduci

Nato a Brancaleone nel 1984, ha frequentato l'istituto d'arte di Locri. Artista e scrittore, ama la musica, la natura, la fotografia, la storia delle leggende Calabresi e dell'archeologia. Si occupa di divulgazione e promozione culturale dell'area grecanica e locridea, attraverso l'organizzazione di eventi culturali nella propria città e sul territorio.