Bova Marina (RC), al cineteatro Don Bosco il film “Almeno tu nell’Universo”. Protagonista il bovese Pietro Clemensi

Bova Marina (RC), al cineteatro Don Bosco il film “Almeno tu nell’Universo”. Protagonista il bovese Pietro Clemensi

Pietro Clemenzi

Pietro Clemenzi

di Enza Cavallaro

Dal 21 al 28 Settembre nel cineteatro “Don Bosco” di Bova Marina è in programma la visione del film “Almeno tu nell’Universo” con la regia di Andrea Biglione. Uscito il 12 agosto scorso questa love story trova tra gli interpreti il bovese Pietro Clemensi.

Non è la prima volta che il Clemensi interpreta un ruolo in un film o in un opera teatrale. Infatti nel  2003 ha partecipato nella fiction “Un Medico In Famiglia 3” andata in onda su Rai Uno. Nel  2002 è stato gigolò  co-protagonista in“Quasi Paperino” del regista Michele Coppini.

Nel  2007: è stato l’avventuriero  in  “Cara Madre”della regista Luisa Stagni nel  teatro “Giuseppe Mees” (Roma); il bullo in “Marty ” con la Regia di Mimmo Valente ne teatro Vascello (Roma). Nel  2009 sempre a Roma  in   “Pane Amore e Politica” con la regia di Silvana Bosi è stato il musicista ed ora in   “Almeno Tu Nell’ Universo” con la Regia di  Luca Biglione.

Ruolo.

Love Story struggente e schematica, vittima di una versione edulcorata delle pulsioni di vita e di morte  in “Almeno tu nell’Universo” troviamo Marco ha vent’anni ed è un ragazzo schivo e solitario, afflitto da un brutto rapporto con un padre che gli ha sempre concesso case e viaggi, ma mai alcuna attenzione.

Anziché vivere in uno dei lussuosi immobili di sua proprietà, Marco preferisce condividere un appartamento con Andrea, un ragazzo un po’ più grande di lui ma decisamente più estroverso, interessato a dare voti alle ragazze o vendere bambole gonfiabili su internet piuttosto che a cercarsi un lavoro.

Le prospettive di entrambi cambiano nel momento in cui entrano nella loro vita due ragazze. Durante una sessione di free style in motocross, Marco incontra infatti Giulia, una ragazza piena di vita e di curiosità nei confronti del mondo. Al parco, Andrea perde invece la testa per Dafne, un’insegnante di ballo greca con la passione per i cani. Ma i fili dell’amore, molto spesso, vengono mossi dal polso di un crudele destino……

Ma torniamo a Pietro il giovane bovese che vive e lavora a Roma e che dopo Giffoni  sarà sicuramente felice di avere avuto un ruolo nel film e fiero  che al cinema del proprio paese venga proiettato un film che lo vede protagonista.

Category Reggio Calabria

Multimag Comments

We love comments
No Comments Yet! You can be first to comment this post!