Reggio Calabria, il PSD: Stefania Sansone nominata coordinatrice regionale dei giovani

Reggio Calabria, il PSD: Stefania Sansone nominata coordinatrice regionale dei giovani

STEFANIA  SANSONE

STEFANIA SANSONE

Al fine di non rendere meramente formale la presenza dei giovani all’interno del PSD (Partito Sicurezza e Difesa) ma, al contrario, renderli realmente partecipi in un confronto costruttivo con le istituzioni in quanto sono proprio i giovani i veri “eredi” del futuro della nostra Regione, il Segretario Regionale del PSD Filomena Falsetta ha nominato Coordinatrice Regionale dei giovani del PSD Stefania Sansone.

Ha 27 anni e vanta una laurea in Diritto ed Economia, conseguita presso l’Università della Calabria.

Sono particolarmente entusiasta – dichiara Filomena Falsetta – di affidare la responsabilità e la gestione dell’organizzazione giovanile calabrese del PSD ad una giovane dotata di ottime capacità professionali e relazionali, grazie allo spiccato senso di collaborazione e di coordinamento che la contraddistingue, e che le consentirà di scuotere gli animi dei giovani, mobilitandone le energie e rendendoli, d’ora in poi, parte attiva ed integrante dei processi politici ed istituzionali.

L’idea – dichiara Stefania Sansone –  è quella di stimolare i giovani a porre in evidenza i  dubbi e le aspettative per il proprio futuro, ma soprattutto incentivarli a prospettare e collaborare a concretizzare le soluzioni alla gravi mancanze perpetrate da anni, ormai, dalle istituzioni politiche locali e non solo, che hanno creato soltanto malcontento, disillusione, incertezza e tanto precariato soprattutto tra la popolazione giovanile.

È evidente come i ragazzi di età compresa tra i 18 e i 35 anni, qualsiasi sia il ceto sociale cui appartengono, avvertono chiaramente tutti i difetti della nostra società e si sentono ricordati dai politici solo durante le campagne elettorali, aspetto questo che non crea in loro nessuna passione per i partiti e alimenta una crescente insofferenza per la lentezza dei tempi e l’incapacità di azione. I giovani, poi, che tentano di accostarsi alla vita politica del Paese sono così scarsamente considerati

tanto da costituire una classe quasi inesistente, infatti vengono raramente ascoltati dai leader di partito, pochi dei quali sanno prendere nella giusta considerazione le loro proposte innovative. Dunque non ci si può meravigliare se molti giovani hanno un’opinione negativa della politica o provano sentimenti di rabbia, diffidenza e noia verso di essa tanto da allontanarsene del tutto.

Ecco che scopo preciso del PSD è quella di ravvivare l’interesse dei giovani per le problematiche sociali e politiche della nostra Regione e dell’Intero Paese. Interesse che può rinascere solo con un avvicinamento ma, soprattutto, attraverso il dialogo tra giovani ed enti pubblici da aprire attraverso la creazione di specifici Dipartimenti giovanili territoriali la cui attività è indirizzata verso delle tematiche assai care al PSD e che riguardano la legalità, il precariato, la scuola, la sanità, l’ambiente, lo sviluppo economico e l’emergenza sociale.

Nei prossimi giorni – conclude Sansone –  sarò alle prese con le nomine dei coordinatori provinciali dei giovani del PSD, al fine di dare vita ad un’alternativa di innovazione e di fresca progettualità  per la nostra Calabria.

Category Politica

Multimag Comments

We love comments
No Comments Yet! You can be first to comment this post!