Bovalino Superiore, Profanata la Chiesa S.Maria Ad Nives

Chiesa “S. Maria ad Nives” a Bovalino Superiore

Questo post é stato letto 15550 volte!

Profanazione dell’eucaristia nella Chiesa “S. Maria ad Nives” a Bovalino Superiore. Sono state trafugate dal tabernacolo

L’Ostia Magna conservata nella teca e un medaglione reliquiario della Madonna sono state trafugate dal tabernacolo della chiesa situata nel centro storico dell’antico abitato dove vivono alcune centinaia di abitanti.

Ignoti si sono introdotti nel luogo sacro forzando una porta laterale. Dopo aver cercato e trovato la chiave del tabernacolo, hanno preso le ostie consacrate e le hanno sparse sulla mensa dell’altare portando via l’Ostia Magna che si trovava conservata nella custodia eucaristica. Hanno scassinato anche un armadio dove era custodito un medaglione reliquiario regalato dal vescovo Raffaele Antonio Morisciano (Bovalino 1855 -1909); nel medaglione era conservato un capello della Madonna.

Sono stati alcuni fedeli e collaboratori della parrocchia ad accorgersi dell’accaduto nel momento in cui si erano recati ad aprire la chiesa per la celebrazione della Via crucis. Subito dopo sono accorsi il parroco don Rigobert Elangui, il Vicario Foraneo e Direttore dell’Ufficio Liturgico diocesano, don Nicola Commisso, e il Priore dell’Arciconfraternita “Maria SS.ma Immacolata”, Pasquale Blefari.
E’ stato anche informato il vescovo di Locri-Gerace, monsignor Francesco Oliva, ha rilasciato la seguente dichiarazione.

Sull’episodio indagano i Carabinieri.

Questo post é stato letto 15550 volte!

Author: Francesco Iriti

Storico Direttore di www.ntacalabria.it, ed ideatore insieme a Nino Pansera della testata ntacalabria.it, é giornalista pubblicista dal 2008. Laureato in Scienze della comunicazione, ha di recente pubblicato il libro " E' un mondo difficile". Ecco il link per acquistarlo http://amzn.to/2lohl4U. Lavora come Digital Marketing Manager in Irlanda.