Lamezia Terme, approcci alle dipendenze patologiche

Lamezia Terme, approcci alle dipendenze patologiche

Sul tema “Analisi degli approcci terapeutici nelle dipendenze patologiche“, si è tenuto, a Lamezia Terme, il convegno organizzato dal  Servizio per le Dipendenze di Lamezia Terme, diretto dal dott. Giovanni Falvo, con l’obiettivo di guidare i partecipanti nei percorsi diagnostico-clinico-terapeutici relativi alle più frequenti tossicodipendenze e favorire l’acquisizione delle competenze necessarie per una gestione esaustiva delle diverse situazioni, nei limiti delle varie possibilità.

L’evento ha ricevuto il contributo scientifico di eccellenti relatori quali il dott. Giovanni Biggio, professore ordinario di Neuropsicofarmacologia nell’Università degli Studi di Cagliari, il dott. Giuseppe Mammana, direttore della sezione dipartimentale di Lucera del Dipartimento Dipendenze Patologiche Asl Foggia, il prof. Giovambattista De Sarro, direttore del Dipartimento Scienze della Salute, dell’Università “Magna Graecia” di Catanzaro, la prof.ssa Cristina Segura Garcia, psichiatra ricercatrice nell’Università “Magna Graecia” di Catanzaro.

E’ stato portato il saluto dal Commissario straordinario, dott. Giuseppe Perri, che ha apprezzato l’apporto trasversale al tema trattato da alcuni servizi territoriali dell’ASP di Catanzaro, che in maniera sistematica interagiscono con il Ser.D.

L’iniziativa, con la direzione scientifica del dott. Falvo, ha dato modo di approfondire nel corso della mattinata gli aspetti genetici, epigenetici che etiologicamente predispongono alla comparsa nell’adulto della dipendenza patologica e degli aspetti psico-patologici della personalità degli utenti. Ad alternarsi nel pomeriggio, per illustrare tutte le attività implementate in collaborazione con gli altri servizi aziendali, sono stati gli operatori del Ser.D. dr.ssa Mirella Samele, resp. unità operativa Alcologia , dr.ssa Antonia De Siena, resp  U.O. Tabagismo, dr.ssa Angela Montuoro, dirigente medico, dr.ssa Teresa Natrella, assistente sociale coordinatrice e la dr.ssa Renza Ferlaino, dirigente medico PUA distretto del lametino.

Il  Ser.D. di Lamezia – ha affermato il dott. Falvo –  prosegue nel suo impegno  di promozione di questi eventi per avere momenti di riflessione, analisi e condivisione delle attività che si svolgono all’interno dei nostri servizi, nonché acquisire nuove conoscenze scientifiche che ci permetteranno di affrontare ancora meglio le problematiche cui quotidianamente siamo chiamati a confrontarci”.

Il fenomeno della tossicodipendenza – ha aggiunto – ha subito nel corso degli anni, cambiamenti profondi e radicali: le dipendenze da sostanze assumono forme sempre più variegate e, parallelamente, si assiste al diffondersi di nuove forme di dipendenze, quali quelle comportamentali”.

Il direttore del Ser.D. ha inoltre spiegato che “data la molteplicità degli aspetti che caratterizzano il fenomeno delle dipendenze patologiche, lo studio e l’aggiornamento costante rappresentano lo strumento indispensabile per potere intervenire secondo modalità idonee ed adeguate cosi da consentire un continuo rimodulamento e riadattamento dei servizi, rispondenti ai reali bisogni e necessità delle persone e che per questo si deve intervenire sul territorio tramite: 1) una rete di servizi ed attività progettuali aventi l’obiettivo di fornire risposte adeguate mediante interventi di accoglienza, diagnosi cura e reinserimento sociale e lavorativo; 2) interventi basati sulla prevenzione del disadattamento sociale e dei comportamenti devianti, cosi da tutelare e migliorare la qualità della vita; 3) la trasmissione di stili di vita sani, centrati sulla promozione del benessere psico-fisico. Comunque – ha poi concluso il dott. Falvo – abbiamo in programma, per i prossimi mesi, altre iniziative che porteremo avanti”.

Multimag Comments

We love comments
No Comments Yet! You can be first to comment this post!