Brancaleone (RC) Tutto pronto per la Giornata Nazionale degli Alberi 2022

Brancaleone (RC) Tutto pronto per la Giornata Nazionale degli Alberi 2022

Sarà celebrata il 20 ed il 22 Novembre la Festa Nazionale degli Alberi a Brancaleone. Manifestazione organizzata dalla Pro Loco di Brancaleone APS che giunge alla sua IX edizione consecutiva nella cittadina.

L’evento è Patrocinato da:

  • Comune di Brancaleone,
  • Parchi Marini della Calabria
  • Auser Bovalino APS
  • Istituto Comprensivo Brancaleone/Africo,
  • Epli Calabria,
  • Promozione Italia ETS.

In collaborazione con:

  • Servizio Civile Universale di Brancaleone
  • Associazione Calabria Condivisa

Una manifestazione importante che ogni anno coinvolge i cittadini e le associazioni del territorio, e che dedica la giornata agli alberi come elementi importanti e imprescindibili per l’essere umano. In questi anni l’associazione ha messo a dimora oltre 48 alberi e specie autoctone anche al di fuori della manifestazione, alberi che sono curati e allevati con cura e sapienza dai collaboratori ed il Presidente dell’Associazione che ha coinvolto più volte anche l’amministrazione comunale, che ha sempre dimostrato particolare attenzione a questa importante tematica ambientale.

Quest’anno saranno due le giornate dedicate agli alberi, la prima Domenica 20 Novembre alle ore 10:00, che vedrà la piantumazione di tre nuovi alberi di mandorlo nel sito Archeologico Urbano di Brancaleone Vetus, luogo ormai prescelto dall’associazione per il suo valore storico, archeologico e paesaggistico in essere, parteciperà alla giornata l’Associazione Auser APS di Bovalino che attraverso la sua presenza, lancerà un messaggio importante sull’importanza dell’inclusione sociale anche ai portatori di disabilità, associazione che da anni si occupa di giovani disabili del territorio Locrideo.

Al termine delle piantumazioni, sarà prevista una passeggiata fra i ruderi del borgo antico, per ammirare anche la ricca biodiversità presente nel contesto, ammirando le antiche vestigia del borgo ed i panorami che si aprono alla vista caratterizzati dalle immense vallate circostanti, oggi coltivati a bergamotto.

Martedì 22 Novembre alle ore 10:00 l’appuntamento sarà nella villetta comunale della frazione Razzà, dove le classi del plesso scolastico via Napoli saranno protagoniste di un vero e proprio evento. Di fatti, la giornata prevede la piantumazione di cinque nuove specie di alberi che saranno messi a dimora nelle aiuole attualmente libere da piante, per favorire così anche una ripresa estetica dell’area da pochi anni riqualificata.

Per l’occasione è stata scelta una linea non solo estetica, per ciò concerne le piante che saranno messe a dimora,  ma anche per l’importanza che rivestono tali piante nel contesto umano e sociale.

Saranno tre palme Cocus Plumosa che, secondo recenti studi scientifici condotti della NASA sono in grado, come tutte le specie di palme, di assorbire dell’anidride carbonica dell’aria e favorire l’assorbimento dei raggi UV migliorando la temperatura terrestre. In questo contesto saranno posti a dimora anche due specie di Thuja, specie molto estetiche per parchi e giardini ma che sono in grado di resistere al clima delle nostre latitudini richiedendo poca manutenzione.

Alla manifestazione di Brancaleone si è unita anche Calabria Verde Distretto 10 con sede a Bovalino, che in queste ore, a seguito di una breve interlocuzione con il Presidente della Pro Loco Carmine Verduci, ha colto l’invito, donando ben 20 alberi autoctoni e di macchia mediterranea provenienti dal vivaio forestale di zona.

Tutti i cittadini e le Istituzioni saranno chiamati a partecipare alle operazioni che si svolgeranno prima e dopo le piantumazioni, nell’ottica del rispetto e dell’importanza della natura, intesa come principio fondamentale per la tutela di tutto il creato.

Carmine Verduci

Nato a Brancaleone nel 1984, ha frequentato l'istituto d'arte di Locri. Artista e scrittore, ama la musica, la natura, la fotografia, la storia delle leggende Calabresi e dell'archeologia. Si occupa di divulgazione e promozione culturale dell'area grecanica e locridea, attraverso l'organizzazione di eventi culturali nella propria città e sul territorio.