Appuntamenti HorcynuFest: Marionette di “Verso Betlemme” e concerto dei Mattanza

Appuntamenti HorcynuFest: Marionette di “Verso Betlemme” e concerto dei Mattanza

Una-scena-di-Verso-Betlemme

Una-scena-di-Verso-Betlemme

Durante le festività natalizie l’Horcynus Festival invernale non si ferma, piuttosto cambia location e si sposta a Scilla per continuare il suo percorso di ricerca sulle estetiche del Mediterraneo, dedicando gli ultimi appuntamenti del 2013 al teatro e alla musica, prima di tornare a Reggio, al Teatro Siracusa, per il Concerto di capodanno.

Due gli appuntamenti in programma nella sala parrocchiale della Chiesa dell’Immacolata, detta Chiesa Matrice, di Scilla.

Il 26 dicembre, alle ore 18.00, andrà in scena “Verso Betlemme”, spettacolo di ombre e marionette ispirato alla Natività di Gesù, a cura dell’associazione Teatro Le Rane, impegnata da anni nella valorizzazione e divulgazione del teatro di figura. Appuntamento pomeridiano ideale per bambini in età scolare e prescolare ma che ben si adatta, per l’argomento e le immagini fortemente evocative, ad ogni tipo di pubblico, “Verso Betlemme” innesta episodi e leggende tratti dagli scritti apocrifi sulle pagine evangeliche che narrano la nascita di Gesù bambino.

La messa in scena alterna la semplicità e la mitezza dei personaggi con la complessità dei luoghi e delle epoche storiche, rese attraverso una cornice scenografica che ambienta l’azione potenzialmente in ogni tempo e in ogni spazio.

Il 27 dicembre, invece, alle ore 19,00, si cambia registro con il concerto dei Mattanza, la band calabrese che dal 1976 lavora per tradurre la cultura letteraria del Mediterraneo in musica, attraverso la ricerca e la valorizzazione di testi antichi rielaborati con sonorità originali, in una perfetta fusione di tradizione e modernità, nella convinzione che un popolo senza storia è come un albero senza radici: è destinato a morire.

Nella musica dei Mattanza la chitarra battente si intreccia al basso elettrico, le note di una lira calabrese riecheggiano sui battiti di una darabuka, un riqq, un duff arabi. Il risultato è un perfetto connubio fra world music e tradizione popolare del sud, veicolati dalla band composta dal cantante Mimmo Martino (composizioni, voce, flauti, percussioni, armonica), dalla voce femminile Rosamaria Scopelliti e dai musicisti Enzo Petea (tastiere, fisarmonica, programmazione), Roberto Aricò (basso, contrabbasso), Fabio Moragas (chitarre), Mario Lo Cascio (chitarre, pianoforte e lira calabrese), Giacomo Farina (percussioni).

Gli eventi sono gratuiti e a ingresso libero.

Tutti i dettagli sul sito internet www.horcynusorca.it e sul blog www.confiniartivisive.it

Maria Cristina Condello

Maria Cristina Condello ha conseguito la laurea Magistrale in "Informazione, Editoria e Giornalismo" presso L'Università degli Studi Roma Tre. Nel 2015 ha conseguito il Master di Secondo Livello in "Sviluppo Applicazioni Web, Mobile e Social Media". Dal 2016 è Direttore Responsabile della testata giornalistica ntacalabria.it

Multimag Comments

We love comments
No Comments Yet! You can be first to comment this post!