‘Ndrangheta, 63 condanne e 30 assoluzioni nel crotonese

Sessantatre condanne a pene variabili dai 2 anni e 4 mesi ai 19 anni e 8 mesi, e trenta assoluzione sono state emesse al termine del processo con rito abbreviato nei confronti di presunti esponenti delle cosche della ‘ndrangheta di Crotone. La sentenza è stata emessa dal gup di Catanzaro, Antonio Battaglia, che ha parzialmente accolto le richieste del pubblico ministero. Tra le condanne maggiori ci sono quelle di Francesco Cardamone (19 anni e 8 mesi) e Pantaleone Russelli (18 anni). Il collaboratore di giustizia Domenico Bumbaca è stato condannato a 2 anni e 4 mesi. Tra i trenta imputati assolti ci sono anche due funzionari del Ministero dell’Ambiente, Aldo Cosentino ed Emilio Brogi, e l’ex direttore generale del Comune di Crotone, Francesco Antonio Sulla. Il Gup ha disposto anche il risarcimento nei confronti di tutte le parti civili tra cui la Regione Calabria alla quale è stata riconosciuta la somma di 80 mila euro. Nel corso del processo sono state ricostruite le attività illecite delle cosche Vrenna-Corigliano-Bonaventura e Macrì e quella dei Megna e Russelli di Papanice, una frazione di Crotone. Agli imputati sono state contestate a vario titolo le accuse di associazione per delinquere di tipo mafioso, traffico di droga ed armi ed estorsioni.

Francesco Iriti

Storico Direttore di www.ntacalabria.it, é giornalista pubblicista dal 2008. Laureato in Scienze della comunicazione, ha di recente pubblicato il libro " E' un mondo difficile". Ecco il link per acquistarlo http://amzn.to/2lohl4U. Lavora come Digital Content Marketing in Irlanda.

Multimag Comments

We love comments
No Comments Yet! You can be first to comment this post!