‘Ndrangheta, decine di arresti a Reggio Calabria. 49 in totale

‘Ndrangheta, decine di arresti a Reggio Calabria. 49 in totale

Sono 49 in totale le persone finite in manette questa mattina nell’ambito dell’operazione “Faust” della Direzione Distrettuale Antimafia di Reggio Calabria. Di queste, 30 sono finite in manette e 19 ai domiciliari.

Decine di arresti a Reggio Calabria

Vari gli arresti eseguiti questa mattina nei confronti di altrettante persone residenti a Rosarno, Polistena e Anoia, nel Reggino, nonché nelle province di Messina, Vibo Valentia, Salerno, Matera, Brindisi, Taranto, Alessandria e Pavia. L’operazione è stata eseguita dai carabinieri del comando provinciale di Reggio Calabria, a conclusione di indagini coordinate dalla Dda reggina.

ARRESTI DEL COMMISSARIATO DI CONDOFURI PER DETENZIONE ARMI E STUPEFACENTI

Le 49 persone raggiunte dal provvedimento dovranno rispondere di vari reati quali:

  • Associazione di tipo mafioso
  • Scambio elettorale politico-mafioso
  • Traffico di stupefacenti, detenzione illegale di armi
  • Tentato omicidio
  • Usura e procurata inosservanza di pena. 

I dettagli

I dettagli saranno resi noti durante una conferenza stampa (da remoto) che si terrà alle ore 11,00 a cura del Comando Provinciale dei Carabinieri di Reggio Calabria. Alla conferenza parteciperanno il Procuratore della Repubblica, Giovanni Bombardieri, ed il Procuratore della Repubblica Aggiunto, Gaetano Calogero Paci.

L’operazione “Faust” ha consentito di acclarare l’operatività della cosca Pisano, conosciuti come i diavoli di Rosarno, nonché, in un contesto che rivela cointeressenze di sodalizi operanti nel Mandamento Tirrenico, l’attuale pervasività dell’articolazione territoriale di ‘ndrangheta denominata società di Polistena, capeggiata storicamente da esponenti della famiglia “Longo”, ed anche della locale di ‘ndrangheta di Anoia.