Cosenza, accertata truffa al bilancio comunitario e nazionale per 1,3 Mln

Questo post é stato letto 22630 volte!

Accertata truffa al bilancio comunitario e nazionale

I Finanzieri del nucleo di Polizia tributaria di Cosenza hanno eseguito un provvedimento di sequestro preventivo emesso dal g.i.p. presso il Tribunale di Cosenza, dott. Livio A. Cristofano, avente ad oggetto denaro, beni immobili e
terreni nei confronti del legale rappresentante di una societa’ di persone operante nel settore della coltivazione dei fondi e di un funzionario “pro-tempore” della Regione Calabria.

Le indagini

Le indagini coordinate dal procuratore della Repubblica di Cosenza, cons. Dott. Dario Granieri e dirette dal sostituto, Dott. Giuseppe Visconti, hanno consentito di accertare una truffa aggravata posta in essere dagli indagati, consistente in un articolato meccanismo fraudolento teso a percepire indebiti contributi dall’agenzia per le
Erogazioni in agricoltura (a.g.e.a.) nel settore agricolo Reg. Cee 2080/92 – misure forestali – nell’ambito dello
Sviluppo rurale [ora regolamento (ce) del consiglio n. 1698/2005, del 20 settembre 2005].

Le investigazioni di polizia economico finanziaria eseguite dalle fiamme gialle, hanno consentito di smascherare il modus operandi posto in essere dai due indagati, consistito nell’ottenimento dei contributi pubblici corrispondenti ad un valore di oltre € 1.300.000,00 in favore della società. Peraltro è stata accertata la predisposizione e l’utilizzo di documentazione falsa necessaria a superare i rilievi mossi dal settore provinciale dell’assessorato regionale competente.

I soggetti indagati sono gia’ noti alle Fiamme Gialle per essersi resi responsabili di analoghe violazioni riconducibili
all’indebita percezione di contributi nel settore degli aiuti all’agricoltura – (sviluppo rurale – seminativi, misura “set
Aside”).

Questo post é stato letto 22630 volte!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *