Rossano (CS), Switch-Off: disagi carenza segnale. Antoniotti scrive a Rai e Rai Way

Garantire massima accessibilità all’informazione pubblica televisiva alle popolazioni del comprensorio dell’Area urbana Corigliano-Rossano, della Sibaritide e della Sila Greca. All’indomani dello switch-off sul digitale terrestre si sono registrati numerosi disservizi nella ricezione dei principali canali RAI. Condizione, questa, inaccettabile per le migliaia di utenti di quest’area che annualmente pagano il canone.

È quanto lamentato dal sindaco Giuseppe ANTONIOTTI che stamani (MARTEDÌ, 9 OTTOBRE) ha inoltrato una missiva ai vertici regionali e nazionali di RAI-Radio Televisione Italiana Spa e RAI WAY, gestore della rete, per segnalare le diverse denunce fatte pervenire in segreteria da diversi cittadini.

Esprimo preoccupazione – scrive il Primo cittadino – per l’evidente disservizio venutosi a creare nell’intero territorio dello Jonio cosentino e nel suo entroterra all’indomani del passaggio al digitale terrestre. Da quanto potuto apprendere dalle comunicazioni dei diversi utenti i maggiori disagi si evidenziano nella ricezione dei canali digitali principali RAI (Rai 1, Rai 2 e Rai 3): parzialmente percepibili ed in molti casi completamente assenti. Inoltre, con il passaggio al digitale terrestre, soprattutto nel circondario di Rossano risulta inaccessibile il canale di informazione regionale (TG3 – Calabria). Alla luce di quanto esposto e considerato che – prosegue ANTONIOTTI – trattasi di un servizio pubblico del quale milioni di italiani fruiscono a fronte del pagamento di un canone annuo, chiedo a RAI Radio Televisione Italiana e a RAI WAY, in qualità di gestore della rete, per quanto nelle loro competenze, di attivarsi, nel breve tempo, affinché possano essere risolti tali disagi. Appare di tutta evidenza – conclude la missiva del Sindaco – come la questione posta alla vostra attenzione e della quale interesseremo anche il Ministero delle Comunicazioni presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri e le diverse autorità garanti, attiene direttamente alla fruizione normale dei diritti costituzionalmente sanciti ad essere informati, all’accesso ai mezzi di comunicazione e, quindi, all’espressione libera del proprio pensiero.

Category Cosenza

Multimag Comments

We love comments
No Comments Yet! You can be first to comment this post!