Politica, l’AdC sulla situazione dell’ ASP di Cosenza

Questo post é stato letto 22790 volte!

adc Pionati

In merito ad alcune eccezioni sollevate da alcuni consiglieri regionali in merito al bando dell’ASP cosentina per l’affidamento del servizio per la fornitura a tempo determinato ad agenzie del lavoro, ritengo che bisogna soffermarsi in generale  su alcuni aspetti della sanità cosentina, aprendo se necessario un  dibattito pubbllico in città .

La Corte dei Conti già con delibera nr. 838/2009 specificava quanto segue:
in relazione alla maturazione di perdite di esercizi ( e piu’ in generale dei disavanzi), ha  evidenziato che :
a)    L’azienda sistematicamente supera i limiti costantemente richiamati nell’assegnazione delle risorse;
b)    Manca un sistema di controllo di gestione ;
c)    Occorre implementare la contabilità analitica ;
d)    Occorre procedere alla semplificazione e razionalizzazione dell’organizzazione aziendale, in quanto si rileva la sussistenza di alcuni servizi replicati sul territorio secondo la abrogata suddivisione in quattro aziende sanitarie ( economati, provveditorati, affari generali, uffici legali ). Tale situazione che ha costituito una delle ragioni fondamentali del processo dell’accorpamento delle ex aziende sanitarie, comporta irragionevoli lievitazioni dei costi, maggiori difficoltà nel loro monitoraggio nonché una non ottimale allocazione delle risorse umane .

Non è stata fornita la consistenza del personale dei diversi ruoli e qualifiche, relativamente agli esercizi 2005 e 2006. Tale circostanza evidenzia, ancora una volta, le gravi lacune del sistema informativo aziendale . Senza tener conto delle criticità emerse in relazione al punto relativo ai costi e verifiche delle prestazioni erogate da strutture private accreditate.

Bisognerebbe interrogarsi come mai a fronte di 208 dirigenti stpa e 1200 Dirigenti medici e veterinari manca un sistema di controllo di gestione e non si riescano a garantire ad un livello professionale adeguato molti servizi per la tutela della salute dei cittadini  e delle fasce deboli .
Bisognerebbe interrogarsi sei il bando sopra richiamato comporta una diminuzione o una lievitazione dei costi .
Bisognerebbe interrogarsi sei sia iniziato una puntuale verifica sul patrimonio immobiliare dell’ASP.
Bisognerebbe interrogarsi sui costi e sulle verifiche delle strutture private accreditate .
Bisognerebbe interrogarsi sulla determinazione dei fondi vincolati essenziali ai fini dell’erogazione dei servizi sanitari .
Bisognerebbe interrogarsi sul piano di rientro.
Bisognerebbe interrogarsi sui costi per  i canoni di locazione .
Bisognerebbe interrogarsi sui costi per consulenze e collaborazioni, interinale e altre prestazioni di lavoro non dipendente .
Nella prossima settimana Alleanza di Centro indirà una conferenza stampa allargata alle altre forze politiche per discutere di tali problematiche .

Il Commissario del Partito
Alleanza di Centro
Provincia di Cosenza
Resp Reg organizzativo-Portavoce regionale
Avv. Maximiliano Granata

Questo post é stato letto 22790 volte!

Author: Consuelo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *