L’Associazione olivicola Cosentina al “Sol di Verona” per il progetto Calabria sott’olio

L’Associazione olivicola Cosentina al “Sol di Verona” per il progetto Calabria sott’olio

olio-oliva

olio d'oliva

Domani 9 aprile alle ore 10:00 presso la sala Salieri del Centro Congressi Expo di Veronafiere, in concomitanza con il Sol Verona, si svolgerà un workshop informativo su “Calabria sott’ Olio”, progetto per la valorizzazione del territorio calabrese, che attraverso l’olio D.O.P. Bruzio, vuole farsi sostenitore di una vera e propria “riscoperta geografica del gusto” ponendo come obbiettivo principale l’accessibilità e la fruitibilità dell’olio ad un vasto pubblico di consumatori, in Italia e in Europa.

Forte dell’interesse riscontrato al Sial di Parigi ed al Biofach di Norimberga, l’Associazione Olivicola Cosentina, ente sostenitore del progetto, prosegue il suo programma di promozione al Sol di Verona ( Salone internazionale dell’olio extravergine di oliva di qualità), principale evento commerciale e promozionale che nasce con l’obiettivo di dare maggiore visibilità ad una delle produzioni italiane più esportate al mondo. È proprio l’Italia, infatti, a fornire il 25% della produzione mondiale di olio d’oliva.

La formula della manifestazione prevede numerose iniziative che vanno dalla degustazione degli oli più pregiati e gustosi, a marchio DOP e IGP, alla presentazione di nuovi prodotti, alla organizzazione di convegni, alla promozione e divulgazione di una vera e propria cultura dell’olio extravergine d’oliva, grazie all’approfondimento di tematiche fondamentali per lo sviluppo e la crescita del settore e della filiera.
Il Sol, giunto ormai alla sua 17a Edizione, è diventato un appuntamento imperdibile per il settore olivicolo che vede ogni anno aumentare l’interesse di molte aziende per il numero di contatti realizzati nei cinque giorni dell’evento. Basta dare un’occhiata ai numeri dello scorso anno : nel 2010 gli operatori e i buyer in visita a  sono stati 37.000, il 17% dei quali provenienti da 74 Paesi; ma la concomitanza con Vinitaly (quasi 153.000 visitatori da 114 Paesi lo scorso anno), Agrifood Club ed Enolitech (oltre 27.500 presenze) aumenta in modo esponenziale la visibilità degli espositori.

La rilevanza della manifestazione, ha spinto l’ente promotore a creare un momento di approfondimento ad hoc, in cui si porrà in evidenza la peculiarità dei marchi comunitari di garanzia di qualità del prodotto olio quali: D.O.P., I.G.P. e Biologico; verranno specificate le caratteristiche del territorio calabrese, le sue ricchezze e la qualità del prodotto principe della regione: l’Olio extra vergine di Oliva di Qualità.

Al workshop interverranno: Massimo Magliocchi, Presidente della Cooperativa, aderente all’A.G.C.I., O.P. Associazione Olivicola Cosentina ente sostenitore e promotore del progetto, che anticipa: “Dopo Parigi e Norimberga, continuiamo qui a Verona a diffondere la qualità di un grande prodotto, l’olio extra vergine di oliva e l’impegno dei produttori calabresi nella continua ricerca dell’eccellenza. La coltura dell’olivo ha da sempre trovato, in Calabria, condizioni particolarmente favorevoli. L’importanza di questa pianta, nella storia dell’agricoltura calabrese, è testimoniata dai numerosi alberi giganti, alcuni dei quali alti ben oltre venti metri, ancora in produzione dopo aver fornito per secoli olio di ottima qualità, a testimonianza del legame tra prodotto e territorio.

Continua così il nostro impegno come OPAOC nella valorizzazione delle risorse calabresi attraverso questo grande programma di promozione dell’olio.”. A seguire il professor Francesco Vaia (dell’Università la Sapienza – Policlinico Umberto I) che avverte: “L’Olio Extra Vergine di oliva non solo è uno dei principali ingredienti della Dieta Mediterranea ma anche uno dei prodotti più ricchi di antiossidanti naturali: agisce sull’azione nociva dei radicali liberi rallentando il processo di invecchiamento delle nostre cellule. La presenza di acidi grassi monoinsaturi contribuisce a ridurre il colesterolo totale nel sangue e ad aumentare il colesterolo HDL, quello cosiddetto “buono”.

Quest’ultimo garantisce l’integrità delle arterie rimuovendo eventuali placche arteriosclerotiche impedendone l’aderenza alle pareti. Grazie alla sua azione contro arteriosclerosi e colesterolo, l’Olio Extra Vergine di Oliva, è  quindi consigliato a soggetti cardiopatici. Come portavoce e sostenitore della cultura del “mangiar sano” non posso che condividere l’impegno dell’OPAOC nel sostenere un prodotto, l’olio extra vergine di oliva calabrese, una delle eccellenze che una regione come la Calabria detiene da secoli. Sarà il Presidente Elia Fiorillo (UNASCO) a terminare gli interventi dei relatori cedendo, infine, la parola al Dott. Michele Trematerra, (Assessore Regionale all’Agricoltura, Foreste e Forestazione) il quale, ringraziando gli intervenuti e l’Associazione Olivicola Cosentina per l’organizzazione del workshop, sottolineerà la valenza che tale  iniziativa sta rappresentando per la promozione e la valorizzazione dell’intera Regione Calabria.

Il workshop ha l’obiettivo di sensibilizzare, i consumatori, i produttori e gli esperti del settore ai temi della promozione dei prodotti di qualità, con riferimento all’olio extra vergine di oliva, e della valorizzazione dei marchi comunitari D.O.P., I.G.P. e Biologico promossi dall’Unione europea. In particolare focalizzando l’attenzione, dei produttori e dei consumatori, sull’importanza rivestita dalla ricerca di sistemi di qualità e di tracciabilità della filiera che garantiscano soddisfazione ai primi e garanzia del prodotto ai secondi.

Infatti il progetto “Calabria sott’ Olio” è un contenitore formativo, informativo e strategico pensato per le imprese operanti nella filiera dell’olio extravergine di oliva di qualità, per unire la crescita e l’aggiornamento professionale, lo scambio di idee e di informazioni, lo sviluppo della rete  informativa e delle relazioni. Contemporaneamente, il progetto, si propone di creare una più stretta collaborazione tra operatori e consumatori, superando “pregiudizi” e “scarse informazioni” circa l’origine, la territorialità, le tecnologie impiegate e quant’altro legato alla produzione di qualità, valorizzandone i prodotti diretti dell’olivicoltura e sottolineandone l’unicità.

In questa direzione, l’Associazione e il progetto, si fanno portavoce dell’impegno quotidiano svolto dagli operatori del settore, i cooperatori, per garantire un prodotto strettamente legato al territorio di origine, quale l’olio extra vergine di oliva calabrese, evidenziando il modo in cui il sistema filiera riesce a garantire un’ alta qualità in un sistema di ricerca del gusto e di riscoperta del territorio.

L’occasione del SOL Verona, quindi, è un tassello importante nel programma Calabria sott’Olio, perché ancora una volta permette la diffusione di un sistema di qualità in una realtà eterogenea e multi prodotto, favorendo un confronto  con gli operatori presenti in fiera e con le culture delle diverse regioni italiane. Un momento di sintesi che vede il suo centro nella qualità, quella di un prodotto unico: l’olio extravergine di oliva calabrese e il suo territorio, in un binomio inscindibile, per tradizione, produzione e cultura.

Category Cosenza

Maria Cristina Condello

Maria Cristina Condello ha conseguito la laurea Magistrale in "Informazione, Editoria e Giornalismo" presso L'Università degli Studi Roma Tre. Nel 2015 ha conseguito il Master di Secondo Livello in "Sviluppo Applicazioni Web, Mobile e Social Media". Dal 2016 è Direttore Responsabile della testata giornalistica ntacalabria.it

Multimag Comments

We love comments
No Comments Yet! You can be first to comment this post!