Cosenza, la Music Opera “Francesco de Paula” ritorna in teatro

Cosenza, la Music Opera “Francesco de Paula” ritorna in teatro

Dopo il sold out del debutto e delle repliche proposte nel 2016, ritorna la Music Opera Francesco de Paula, il 12 febbraio al teatro Rendano di Cosenza e il 17 febbraio al teatro Metropol di Corigliano.

L’Opera, che racconta la vita del Santo calabrese, patrono della Calabria e della Sicilia, protettore della gente di mare, taumaturgo tra le più importanti personalità storiche e religiose del ‘400, è scritta dal compositore Francesco Perri con la regia di Marco Simeoli. L’operazione, prodotta dalle associazioni A POIS e Filein SONUS, si fregia dei patrocini del Pontificio Consiglio della Cultura, del Pontificio Consiglio per la Nuova Evangelizza-zione oltre che della Fondazione per i beni artistici e culturali della Chiesa e all’Ordine dei Minimi e si pone di sensibilizzare, attraverso nuove forme di linguaggio mediale e musicale, il recupero della memoria italiana e della sua storia culturale e religiosa. Più di 40 gli artisti tra attori, cantanti, ballerini, coro, presenti sul palcoscenico, ed un son-tuoso apparato tecnologico che rende l’Opera Francesco de Paula “tra le operazioni arti-stiche più interessanti proposte nel 2016” (servizio TG1). Prosa, teatro e musica interagi-scono creando un’atmosfera mistica e nello stesso tempo onirica con l’intento di coinvol-gere gli spettatori in modo da ricreare ambienti multimediali. Nel cast attori nazionali come Francesco Castiglione, Caterina Misasi, Lalo Cibelli insie-me a calabresi come il tenore Federico Veltri, la soprano Annalisa Sprovieri in una mera-vigliosa commistione tra musical, opera, ballo e teatro. Una fotografia che parte dalla Calabria e aspira a conquistare un posto di rilievo nello scenario teatrale sia nazionale che internazionale. L’opera racconta una parte significati-va della vita del santo calabrese fino alla sua partenza per la Francia. L’idea è quella di tracciare il profilo del Santo a cui la Calabria è devota, ma non è fine a se stessa, perché aspira a lasciare qualcosa di più profondo nel cuore dello spettatore.

Una prima produzione che si pone come obiettivo quello di costruire produzioni made in Calabria. Appuntamento quindi il 12 Febbraio al teatro Rendano di Cosenza e il 17 Febbraio al teatro Metropol di Corigliano.

Maristella Costarella

autore e collaboratore di ntacalabria.it

Multimag Comments

We love comments
No Comments Yet! You can be first to comment this post!