Cosenza: I canti della tradizione orale della Calabria riscoperti dal duo Federica Greco e Paolo Presta

Cosenza: I canti della tradizione orale della Calabria riscoperti dal duo Federica Greco e Paolo Presta

Federica Greco e Paolo Presta

Federica Greco e Paolo Presta

Nato all’interno delle mura del Conservatorio “Stanislao Giacomantonio” di Cosenza, il duo Federica Greco-Paolo Presta ha dalla sua la partecipazioni a diversi festival tra cui “Radicamenti Mendicino Festival”, “Peperoncino Festival”, “Notte dei Musei”“Felici & Conflenti”, “Tarantella Power”.

Tra i riconoscimenti, anche il Primo Premio Assoluto del XVII Concorso Internazionale “Giovani Musicisti” indetto dall’Associazione “Orfeo Stillo” di Paola (CS) – Categoria Musica Etnica Popolare Ensemble. I canti della tradizione orale calabrese trovano nel duo, una nuova luce nel loro progetto discografico.

Dal titolo “A ‘sta frinesta”, la selezione di canti raccolti da vari ricercatori in diverse aree della regione , sono stati arrangiati dai due musicisti cosentini, secondo una loro idea musicale. Il loro intento, è stato quello di prendere spunto dalla tradizione, per poi lasciare spazio alla creatività ed al gusto personale. Lo hanno fatto, utilizzando le loro voci ed i loro strumenti: Federica il tamburello e Paolo la fisarmonica diatonica (organetto).

Nel loro nuovo progetto – prodotto da Calabria Sona – dopo aver attinto da alcune registrazioni fatte sul campo, Greco e Presta hanno apportato modifiche ed aggiunte sostanziali, sia sul piano ritmico ed armonico che su quello melodico.

Emergono così echi di rock, jazz, rap ed altri stili che fanno parte del background di Federica e Paolo, come d’altro canto l’improvvisazione, componente trasversale ai vari generi. 

 

La scelta di utilizzare la voce, l’organetto ed il tamburello – raccontano – non è casuale, ha lo scopo di indagare sulle potenzialità di strumenti che ritroviamo nella tradizione ed in questo caso, assumono una valenza diversa. Un patrimonio non più funzionale a pratiche socialmente accettate, ma ad un libero e personale sentire.

Il disco è uscito online su tutti gli store digitali e si può acquistare in edizione “fisica” e speciale ai concerti del duo.

Enzo La Piana

Ha iniziato nei lontani anni ottanta a scrivere di sport, per un breve periodo, per il giornale il "Provinciale". Nel tempo il mondo della televisione lo ha catturato, facendolo appassionare alle riprese televisive, coltivate grazie all'emittente RTV. Prima di approdare su Ntacalabria, ha scritto per altri blog e giornali online seguendo il calcio e la Reggina.