Bisignano (CS), un’opera di Silvio Vigliaturo in onore di Sant’Umile

silvio-vigliaturo

Questo post é stato letto 47890 volte!

silvio-vigliaturo
silvio-vigliaturo

di Mario Guido

L’Amministrazione Comunale di Bisignano ha commissionato al maestro della vetrofusione, Silvio Vigliaturo un’opera d’arte per venerare e  ricordare ai posteri la vicenda umana e spirituale di Sant’Umile, il figlio più illustre della città.

Con il maestro Vigliaturo sono state stabilite anche le misure dell’opera d’arte che sarà collocata su un piedistallo di cemento e sarà fatta di acciaio e vetro secondo il metodo della vetrofusione che ha reso  il maestro acrese uno dei rappresentanti  più insigni dell’arte  contemporanea ormai celebre e famoso in tutto il mondo.

L’opera che misurerà circa tre metri di altezza dovrà essere completata entro il prossimo mese di agosto per essere inaugurata ed esposta solennemente nella piazza del Viale Roma, considerato il salotto buono della città, in occasione dei tradizionali festeggiamenti in onore di Sant’Umile che si celebrano ogni anno in piena estate.

Il maestro Silvio Vigliaturo, ambasciatore della Calabria e dell’Unical nel mondo, insieme allo stilista Santo Versace e all’orafo Gerardo Sacco, ha già ideato il bozzetto dell’opera che, una volta realizzata ed esposta all’ammirazione della gente susciterà, certamente, discussioni interminabili tra tutti coloro che, difficilmente, riusciranno a individuare nell’opera legami concreti con l’immagine che ciascuno ha del Santo a cui è dedicata.

Trattandosi di un’opera d’arte contemporanea, realizzata con materiali diversi che possono non corrispondere ai canoni tradizionali dell’arte figurativa, soltanto l’autore potrà illustrare e spiegare compiutamente il messaggio che ha voluto affidare alla sua opera.

Al maestro Vigliaturo  va la riconoscenza di Acri e dell’intera Calabria per avere contribuito fattivamente alla creazione del MACA, Museo di Arte contemporanea che  è divenuto uno dei più rinomati centri culturali del Mezzogiorno dove si susseguono mostre ed eventi che richiamano artisti, critici e studiosi da ogni parte del mondo.

Un’intera sezione del MACA è costituita da centinaia delle sue composizioni che l’artista ha voluto donare alla sua città.

Questo post é stato letto 47890 volte!

Author: Cristina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *