I “Quarto di Vino” trionfano al Girifalco Rock and Pop Festival

Questo post é stato letto 42800 volte!

Una due giorni all’insegna della grande musica dal vivo tutta calabrese con la prima edizione del Girifalco Rock and Pop Festival.

Ha riscosso grande successo la manifestazione – promossa dall’Associazione musicale W.A.Mozart di Girifalco con il patrocinio di Comune, Pro loco e “Music in the world” – che ha trasformato la piazza di Girifalco in un grande “tempio” del rock, illuminato dall’icona leggendaria di Jimi Hendrix, per offrire una vetrina importante agli artisti emergenti del territorio. Sedici realtà musicali, tra giovani band, cantanti e chitarristi, si sono esibite dal vivo nel corso delle serate del 19 e 20 agosto proponendo al pubblico brani originali e celebri cover con cui tutti gli artisti hanno dato prova del proprio talento.

Al termine della lunga maratona musicale, ad aggiudicarsi la vittoria finale, con il premio in denaro di 500 euro e l’accesso diretto alle semifinali nazionali di Sanremo Rock, è stata l’original band “Quarto di Vino” che ha conquistato la giuria con il suo blues appassionato in lingua calabrese. A consegnare il premio sul palco sono stati il direttore artistico Rocco Stranieri, il presidente dell’associazione musicale “Mozart” Enza De Stefani – realtà attiva sul territorio da oltre diciassette anni – il responsabile organizzativo Francesco Olivadese e l’assessore alla Cultura del Comune di Girifalco, Ines Caliò, pienamente soddisfatti per il successo della manifestazione che ha chiamato a raccolta tantissimi giovani da tutta la provincia e che si candida ad una futura seconda edizione tutta da scoprire.

I Folk ‘n roll, altro gruppo originale, si sono classificati secondi aggiudicandosi la registrazione di un demo in uno studio discografico professionale. Terzo posto ancora per un’altra originale band, i Mice Attack, che hanno vinto un buono spesa per l’acquisto di strumenti musicali. Inoltre, il premio “simpatia” è stato assegnato ai piccoli componenti del gruppo Classe A58, mentre Francesco Geria ha ritirato il premio della critica come miglior chitarrista. Ad un altro talento delle sei corde, Lorenzo Calisti, è stato offerto, infine, un corso di un mese con il maestro di chitarra Matteo Procopio che ha presieduto la giuria specializzata affiancato dall’insegnante di canto Floriana Mungari e dall’arrangiatore Ferruccio Messinese.

Nel corso delle due serate, condotte da Rossella Galati, si sono esibiti, per la categoria cover band: Eight Way, Marberries, Automatico 24H; per la categoria original band: Cursorys, Walk in mad, Heart Beat e Persevera; per la categoria chitarristi (autori e interpreti): Raffaele Devinci e Samuele Valentino e Andrea Russo come cantante interprete. Ospiti speciali del festival sono stati la band di supporto Sweets N’ Swords, il gruppo orchestrale Mozart e la tribute band di Amy Winehouse, “The black souls”.

“Al termine della due giorni – ha commentato Rocco Stranieri – possiamo affermare di aver centrato l’obiettivo che l’associazione Mozart si era posto, ovvero quello di offrire un’opportunità di crescita e di confronto alle giovani band calabresi e di valorizzare, al contempo, il territorio di Girifalco attraverso un’attrattiva importante come quella della musica che può superare ogni barriera”. L’associazione Mozart ha, inoltre, voluto ampliare ulteriormente la propria offerta formativa avviando un’importante partnership con il Trinity College di Londra.

Tra gli ospiti del Festival, è intervenuto anche Raffaele Nasti che, in qualità di rappresentante della prestigiosa scuola inglese, ha affermato che “quello di Girifalco è il primo e unico centro accreditato in provincia di Catanzaro che consentirà a tanti giovani del territorio di studiare musica e certificare le proprie competenze per potersi affermare anche a livello internazionale”. Si è chiusa, quindi, con successo l’esperienza del Girifalco Pop and Rock Festival che è destinata a diventare un appuntamento fisso dell’estate calabrese.

Questo post é stato letto 42800 volte!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *